Euro 2020, cresce l’entusiasmo intorno all’Italia di Mancini

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Euro 2020, è un’Italia bellissima quella vista fino a questo momento, un’Italia che diverte e soprattutto vince dominando. Gli azzurri dopo i successi per 3-0 contro Turchia e Svizzera guidano il Gruppo A a quota 6 punti e hanno ottenuto già il pass per gli ottavi di finale. La partita di domenica 20 giugno  alle 18 contro il Galles, secondo a quota 4 dopo il pareggio con gli elvetici e la vittoria contro la Turchia, sarà decisiva per decretare il primato del girone.

L’ENTUSIASMO PER GLI AZZURRI

Cresce l’entusiasmo intorno all’Italia di Mancini , 15 milioni sono stati gli spettatori a seguire la sfida contro la Svizzera se si sommano i dati di ascolto della Rai e di Sky, tenere i piedi ben saldi a terra è d’obbligo visto che siamo solo all’inizio  ma perchè non puntare in alto se le premesse sembrano ottime ?
Ne è consapevole il ct Roberto Mancini che è riuscito a infondere alla squadra una mentalità vincente, propositiva, in conferenza stampa dopo il successo di mercoledì scorso ha evidenziato il fatto che la Svizzera fosse una squadra forte esaltando quindi la prestazione del gruppo.  Il risultato ottenuto dai nostri ragazzi nell’ultima uscita ha confermato le impressioni dell’esordio,  è il segno che si può e si deve guardare lontano, magari in direzione Londra.
Ad abbracciare fino a questo momento la Nazionale è stato uno stadio Olimpico che finalmente dopo tanti mesi di silenzio si è riappropriato del calore dei tifosi.
Quello ottenuto contro la Svizzera è stato il 29° risultato utile consecutivo, il decimo successo consecutivo e la decima partita senza subire goal.
Un rapporto con gli Europei non facile per la nostra Nazionale capace di vincerli solamente in un’occasione, nel lontano 1968. Un dato che impressiona se si pensa ai quattro titoli Mondiali che brillano nella bacheca azzurra, ma che rimane stampato negli almanacchi del calcio .
C’è voglia di sfatarlo questo tabù, anche se sono passati 21 anni la finale persa contro la Francia con il pareggio subito a pochi secondi dalla fine è un ricordo vivissimo come lo sono tutte le ferite.
Certamente “meno dolorosa” , perchè nettamente persa, la finale del 2012 finita 4-0 a favore della Spagna.

Leggi anche:  Valencia-Milan, streaming e diretta tv: dove vedere amichevole

MENTALITA’ VINCENTE, QUELLO CHE SERVE

Per arrivare primi nel girone e volare a Wembley per gli ottavi di finale sarebbe sufficiente un pareggio contro il Galles, siamo certi però che la nostra Nazionale giocherà per vincere continuando a far propria la mentalità da grande squadra : ne scaturirebbe un’altra dose di entusiasmo collettivo.
La strada è ancora lunga , la speranza è che si possa proseguire da protagonisti, rispetto all’ultimo Mondiale nel quale il tragitto non era neppure cominciato sono stati fatti passi, anzi chilometri da gigante.
In bocca al lupo dunque all’Italia di Mancini, il nostro Paese ha voglia di tornare a sognare.

  •   
  •  
  •  
  •