Europei: Raspadori: “Studio anatomia e gioco alla play”

Pubblicato il autore: Alessia Pina Alimonti Segui

Raspadori Europei
Dal ritiro a Coverciano Giacomo Raspadori commenta la sua avventura agli Europei. Per il giovane attaccante la convocazione di Mancini è una favola ma rimane realista, è consapevole che è un punto di partenza e non di arrivo. Raspadori è contento per i paragoni e per le voci di mercato che lo vorrebbero in grandi squadre ma, oltre ad essere un calciatore, è anche uno studente all’università e pensa all’esame di settembre.

Raspadori tra il sogno Europeo e gli esami

Classe 2000, Giacomo Raspadori è il più giovane della Nazionale, dopo il debutto agli Europei nella partita contro il Galles, fioccano i complimenti ma l’attaccante rimane con i piedi per terra. Ha affermato: “É presto per dire che sono un predestinato e certi paragoni mi riempiono di orgoglio ma sono un po’ folli… Comunque ringrazio tutti e intanto continuo a studiare“. Parole che non ti aspetti da un giocatore. Raspadori è anche uno studente universitario e prosegue spiegando gli esami che lo attendono: “Io sono un ibrido, la mattina sto sui libri, nel corso della giornata gioco alla play. Sono iscritto al primo anno di scienze motorie e sto preparando per settembre l’esame di anatomia“.

Leggi anche:  Juventus, un colpo di scena: Cristiano Ronaldo va via

Gli Europei secondo Raspadori

L’attaccante del Sassuolo è euforico per la convocazione a Euro 2020, ha, infatti, dichiarato: “Quella che sto vivendo è una favola, negli ultimi quattro mesi sono successe tante cose, ma la mia forza è stata di mantenere sempre l’equilibrio e saper gestire le emozioni, sono sempre lo stesso ragazzo di prima“. Riguardo alla chiamata di Mancini ha raccontato che il mister gli ha detto: “Sappi che se sei qui te lo sei meritato“. Raspadori ha poi aggiunto: “Sono consapevole che questo è un punto di partenza e non di arrivo. Il ct Mancini ci tratta tutti allo stesso modo. Fino a qualche mese fa i miei attuali compagni in Nazionale li vedevo come  idoli, ora sono qui con loro. Ai giovani va data la possibilità di sbagliare, non messi da parte al primo errore“.

Leggi anche:  Roma, sfuma Xhaka: nuovo obiettivo per Tiago Pinto e Mou

Infine, il calciatore commenta le voci di mercato che lo riguardano: “Quel che avverrà in futuro lo vedremo più avanti, ora non conta, voglio stare con i piedi per terra e concentrato unicamente a vivere questo sogno, sono qui per divertirmi”.

  •   
  •  
  •  
  •