Bologna, parla l’ad Fenucci: “Arnautovic verrà solo alle nostre condizioni”

Pubblicato il autore: Walther Bertarini Segui


Anche l’amministratore delegato del Bologna, Claudio Fenucci, salito al ritiro di Pinzolo, ha voluto fare il punto della situazione sul mercato e su alcuni obiettivi rossoblù: Ecco alcuni passaggi:

Arnautovic: “Avevamo espresso fin da subito la volontà di rinforzare la squadra con un paio di innesti  tra cui un attaccante, che potessero far compiere il salto di qualità ad alcuni elementi presenti in rosa. Abbiamo individuato un profilo che conoscete molto bene  e che se ne sta parlando fin troppo, la situazione è chiara: l’accordo col ragazzo lo abbiamo da tempo, ma è ancora proprietario di un altro club e dobbiamo studiare le condizioni che consentano questo trasferimento.”

La linea del Bologna: “Le operazioni per un giocatore importante nascono in un modo e poi si trasformano, si sta prospettando in maniera diversa da come ce l’aspettavamo. Stiamo cercando di capire come e se si potrà realizzare questo trasferimento, se non avverrà non sarà per ragioni dipendenti da noi. La nostra volontà è chiara, anzi abbiamo proposto uno stipendio al giocatore che sarebbe il più pagato della storia del Bologna e questo testimonia uno sforzo notevole. Dobbiamo capire quale sia l’effettiva volontà della società che detiene il cartellino.”

La difficoltà nella trattativa: “Nelle trattative con i club europei, ti rivolgi a dei punti di riferimento interni alla società, col club cinese stiamo trattando con dei rappresentanti esclusivamente in forma scritta. E’ un’operazione che a livello mediatico se ne sta parlando molto, ma vi assicuro che questa è uguale alle altre, durante una trattativa possono sorgere delle difficoltà, fa parte del gioco delle parti. Comunque abbiamo fissato delle condizioni con le quali oltre non possiamo andare: se si concretizzerà ne saremo felici, altrimenti andremo su un altro obiettivo.”

Tempistiche dell’operazione: “Non abbiamo fissato alcun termine per adesso, c’è ancora tanto tempo. Confidiamo che nei prossimi giorni alcune situazioni possano sbloccarsi.”

Piano B : “Seguiamo da tempo alcuni giocatori dal profilo diverso ma in linea col nostro progetto, sarebbero dei giovani di prospettiva da investire in termini di acquisizione e da far crescere insieme a noi:”

Diego Costa: “Non ne so molto, se ne è parlato un giorno ma poi è sparito”.

Tomiyasu: “Adesso sta preparando le Olimpiadi a Tokyo: è un giocatore del Bologna e ci auguriamo che rimanga, ma se esprimesse il desiderio di andare a giocare nella Premier e il Tottenham accetti le nostre condizioni allora vedremo. Ci tengo ad assicurare che le risorse per un’eventuale cessione verrebbero reinvestiti immediatamente.”

Le prossime mosse: “Al momento non sono previste altre operazioni, ma come ho detto prima se esce qualcuno entrerà qualcun altro. Abbiamo preso un difensore centrale e con l’attaccante saremmo numericamente a posto, ma se si presenteranno occasioni per profili più esperti le prenderemo in considerazione.”

Orsolini: “Non ci sono giunti interessamenti concreti per il giocatore, noi non ce ne vogliamo privare e lui è felice di restare.”

La prossima stagione nel segno della continuità: “Il nostro obiettivo è fare meglio della scorsa stagione, sperando di riuscirci con qualche innesto di due-tre giocatori. Grosso modo la squadra sarà la stessa dello scorso campionato fatta di tanti giovani che si sono messi in mostra l’anno passato. Mi è piaciuto il Bologna della passata stagione con l’intento di vincere e dominare le partite, speriamo si prosegua su questa strada.”

Le condizioni di Barrow: “Per ragioni di privacy non posso dire nulla, sta bene e aspetta la negatività del tampone”.

Parole da una parte di determinazione e dall’altra di preoccupazione e di realismo per un’operazione che sembrava conclusa a inizio giugno. Anche Sinisa Mihajlovic è apparso dello stesso avviso durante la presentazione della squadra a Pinzolo e ha dichiarato: “Noi speriamo che Arnautovic arrivi, la società sta facendo di tutto, se non arriverà non sarà colpa di nessuno.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona