Le italiane in Europa: un primo bilancio delle “7 Sorelle”

Pubblicato il autore: Christian La Pira Segui


Con le partite di ieri sera di Europa League e della nuova Conference League, si è conclusa la prima 3 giorni europea della stagione, che ha visto protagoniste anche le “7 sorelle” della nostra Serie A: facciamo un primo bilancio sul loro debutto nelle coppe.

Champions: Juve in ripresa, si è rivista la vecchia Atalanta

Le 4 italiane impegnate nella massima competizione si sono comportate sostanzialmente bene, ma il risultato finale è stato diverso. La Juventus, reduce da un terribile inizio di campionato con 1 punto in 3 partite, ha trovato ossigeno in Europa con la vittoria in casa del Malmoe, convincendo a tratti anche a livello di gioco. Importante per Morata aver trovato continuità di gol, e da segnalare la prestazione di Dybala premiato come migliore in campo: da questa vittoria Allegri vuole ripartire per avere la Juve che lui ha in testa.
L’Atalanta a Villareal ha ritrovato la sua vecchia grande intensità di gioco, disputando un match di altissimo livello in casa dei temibili spagnoli. Gasperini spera che questo possa essere un nuovo inizio dopo il deludente avvio di campionato.

Leggi anche:  Dove vedere Casertana-Audace Cerignola, streaming gratis Serie D e diretta tv Antenna Sud?

Inter alla pari col Real, il Milan paga lo scotto del ritorno dopo 7 anni

L’Inter, nonostante la sconfitta nei minuti finali, se l’è giocata alla pari col Real Madrid, sfiorando addirittura per 5 volte la rete nel primo tempo. Nella ripresa ha accusato un po di stanchezza, ma nel complesso ha disputato una buonissima partita.
Il Milan, nuovamente in Champions dopo 7 lunghi anni, non aveva un esordio facile ad Anfield contro il Liverpool, ed infatti nei primi 25′ ha concesso 6 occasioni clamorose ai padroni di casa, poi è arrivato l’1-2 improvviso nel finale di tempo che aveva riacceso gli entusiasmi e fatto illudere i propri tifosi. Ma nella ripresa i reds sono risaliti in cattedra: partita ribaltata, rossoneri surclassati, differenza ancora troppo ampia. Pioli può essere soddisfatto per aver tenuto comunque in piedi il match fino alla fine, ma nelle partite successive servirà sicuramente un altro Milan: meno emozionato, più intenso e più convinto dei propri mezzi.

Leggi anche:  Sambenedettese-Fano, streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Serie D

Europa League: Lazio spenta, Napoli di carattere a Leicester

La Lazio di Maurizio Sarri sembra essersi fermata a prima della sosta delle Nazionali: dopo il ko in campionato contro il Milan, è arrivata la seconda sconfitta consecutiva ieri sera, in campo europeo in casa del Galatasaray. Squadra senza idee, senza qualità e affaticata fisicamente, che ha perso la partita con una clamorosa papera di Strakosha.
Il Napoli di Spalletti ha sofferto nella prima mezz’ora in casa del fortissimo Leicester, ma poi ha preso la partita in mano evidenziando una grande qualità di gioco e una forte personalità. Dopo le tante occasioni sprecate nel primo tempo e il raddoppio dei padroni di casa a venti minuti dalla fine, i partenopei hanno riacciuffato il pari con due magie di Osimhen, sempre più decisivo in questa squadra.

Leggi anche:  Milan, il dopo-Ibrahimovic ha già un nome

Conference League: Roma a valanga, ma Mou non è soddisfatto

Nella nuova competizione europea che ha debuttato ieri sera, la Roma di Josè Mourinho ha battuto 5-1 il Cska Sofia dopo essere andata sotto ad inizio partita, centrando la sesta vittoria consecutiva in questo avvio stagionale. Lorenzo Pellegrini ancora in cattedra con una doppietta. Nel post partita Mourinho però ha smorzato gli entusiasmi, commentando con un “Sono insoddisfatto, la squadra questa sera non mi è piaciuta” la larga vittoria contro la squadra bulgara. Ma l’entusiasmo c’è eccome, e la vittoria di ieri sera servirà sicuramente a cavalcare l’onda.

  •   
  •  
  •  
  •