Coppa del Brasile: l’Atlético Mineiro ipoteca la finale

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui


L’Atlético Mineiro, capolista in campionato, ipoteca l’accesso all’atto conclusivo della Coppa del Brasile conseguendo, nella semifinale d’andata disputata davanti al proprio pubblico, una travolgente affermazione per 4-0 sul Fortaleza. Il match di ritorno, a campi invertiti, è previsto per mercoledì 27 ottobre.

Cronaca

Il “Galo” deciso a lasciarsi immediatamente alle spalle lo scivolone in Serie A a Goiânia si rende protagonista di una favolosa prima frazione di gara. Dopo un tentativo impreciso da fuori area di Felipe al primo minuto, il Fortaleza, attuale quarta forza del torneo, si ritrova a subire costantemente le iniziative avversarie.

All’11’ Zaracho costringe in angolo Felipe Alves con una battuta dal limite dell’area. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Lucas Crispim evita il peggio peggio respingendo sulla linea di porta un colpo di testa di Keno destinato al primo palo. L’Atlético Mineiro sblocca il risultato al 19’ con una perfetta conclusione a spiovere dalla distanza di Guilherme Arana. I padroni di casa raddoppiano al 27’: Felipe Alves non riesce a opporsi alla deviazione effettuata di testa da Rever su un corner battuto dalla sinistra da Keno. Prima dell’intervallo la compagine diretta da Cuca va a segno per la terza volta al termine di una bella azione corale avviata da una giocata di Keno, rifinita da un preciso cross dalla destra di Zaracho e finalizzata da una perentoria incornata sottomisura di Hulk.

Leggi anche:  Juventus: rinnovo Dybala più vicino, ecco le cifre

L’andazzo per il Fortaleza in questo primo atto delle semifinali della Coppa del Brasile prosegue anche in avvio di ripresa. Al 47’ Zaracho, sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra di Jair respinta con i pugni da Felipe Alves, realizza il 4-0 esibendosi in un preciso pallonetto al volo dal limite dell’area. Nel prosieguo del confronto agli ospiti riesce solo di limitare i danni. Keno va vicino alla quinta segnatura con un tiro a giro a fil di palo al 58’ e con una conclusione da distanza ravvicinata ribattuta di piede in uscita dall’estremo difensore avversario al 72′.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: