Lecce, ‘The Guardian’ propone Vulturar tra le 60 promesse mondiali classe 2004

Pubblicato il autore: Antonio Quarta Segui



Secondo il sito web dello storico quotidiano britannico il centrocampista della Primavera del Lecce Catalin Vulturar, appena 17enne, rientrerebbe a pieno titolo nella classifica ‘Next Generation’, la graduatoria globale dei 60 migliori talenti promettenti nati nell’anno 2004.

In Italia un vivaio di giovani campioni

Un’attestazione di stima internazionale importante per il mancino rumeno, riconosciuta anche ad altri 6 giovani sportivi che militano nel campionato di Calcio italico: i nostri connazionali Giacomo Faticanti (Roma) e Samuele Vignato (Monza), il norvegese Elias Solberg (Juventus), l’argentino Luka Romero (Lazio), il bulgaro Nikola Iliev (Inter) ed il polacco Kacper Urbanski (Bologna).

“Troppo bravo per la categoria in cui giocava, via dalla squadra”

Questi i punti di forza nel curriculum del calciatore tesserato salentino secondo ‘The Guardian’: “Vulturar è il giocatore più giovane in assoluto ad aver esordito nella seconda serie in Romania. All’età di 14 anni ha debuttato con l’UTA Arad, dopo che i suoi allenatori delle giovanili avevano detto che era troppo bravo per la categoria in cui giocava. Il talentuoso centrocampista centrale è stato capitano in tutte le nazionali giovanili della Romania in cui ha giocato. Nel 2020 si è trasferito in Italia, nel Lecce, dove ora si sta allenando con la prima squadra. Il mancino ha sostenuto dei provini con Liverpool e Barcellona prima dell’offerta del Lecce, sufficiente a portarlo via dalla squadra in cui è cresciuto”.

Leggi anche:  Arezzo-Pro Livorno, streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere Serie D

Gl impegni in nazionale e gli occhi di Baroni puntati addosso

In questi giorni Vulturar ha preso parte alle gare della propria nazionale rumena Under 18 per le amichevoli Romania-Portogallo, Romania- Spagna e Romani-Turchia. Insieme a lui i compagni di spogliatoio Razvan Pascalau e Catalin Burnete. Nella Primavera leccese Vulturar ha partecipato finora a tutte e 4 le gare giocate, reggendo tranquillamente tutti i 90 minuti ed arrivando addirittura a ricoprire anche il ruolo di capitano durante l’ultima partita contro il Genoa. A quanto si legge dall’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, il mister giallorosso Baroni guarda con molta attenzione al promettente giocatore, tant’è che ha scelto di osservarlo anche a Folgaria durante il ritiro estivo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: