Serie A, gli anticipi dell’ottava giornata: ” I commenti in breve delle partite e le dichiarazioni degli allenatori”

Pubblicato il autore: Fabio Faiola Segui

Lazio-Inter 3-1
Nell’incontro di cartello del sabato la Lazio di rimonta batte l’Inter. È stato amaro il ritorno di Simone Inzaghi  all’Olimpico, dove subisce la prima sconfitta stagionale. Nel finale succede di tutto per via del secondo gol laziale, quando Dimarco era ancora a terra per uno scontro con Leiva, scatenando cosi le proteste dei nerazzurri.  La prima occasione è confezionata dalla coppia Pedro-Leiva, ma è l’Inter a passare in vantaggio su rigore di Perisic al 12′, concesso dall’arbitro dopo un contatto in area tra Hysai e Barella. Nel secondo tempo Immobile al 64′ pareggia, sempre su calcio di rigore ottenuto per un fallo di mani di Bastoni. Passano 17′ è Felipe-Anderson all’81’ mette in rete la respinta di Handanovic sullo scatenato Ciro Immobile; la rete del sorpasso scatena le ire degli uomini di Simone Inzaghi, ma il risultato resta immutato. C’è tempo anche per la marcatura di Milinkovic-Savic, il quale al 91′ porta a 3 il bottino dei biancocelesti. Espulso al termine dell’ incontro  L. Felipe, quando avviene un parapiglia generale molto brutto da vedere.

Leggi anche:  Infortunio per Chiesa, torna in campo nel 2022

Commenti in breve dagli spogliatoi
Sarri: ” C’è poco da discutere perchè quando Dimarco era a terra è stata l’Inter a continuare a giocare. Per quanto riguarda l’aggressione a F.Anderson mi sarei aspettato dei cartellini rossi”
S. Inzaghi: ” Abbiamo preso il secondo gol in modo strano ed abbiamo perso un pò la testa. Ci sta che l’arbitro non fermi il gioco e che l’avversario non metta fuori la palla”.

Milan-Verona  3-2
Il Verona è in salute e lo dimostra andando  sopra di 2 gol nel giro di 22′.  Il Milan, accusato il colpo, si riorganizza e con una grande cavalcata  nel secondo parziale ribalta il risultato portandosi a casa i 3 punti, oltre alla vetta della classifica per almeno qualche ora. La squadra di Tudor passa in vantaggio al 7′ del primo tempo con Caprari, il quale davanti a Tatarusanu non esita a siglare l’1-0. Insiste l’Hellas che al 22′ raddoppia con Barak dal dischetto dei 16 metri; rigore concesso per un fallo netto di Romagnoli su Kalinic. Nel secondo tempo scatta l’ora x, esattamente al 59‘ , quando i diavoli iniziano la rimonta ed accorciano con un bel colpo di testa del francese Giraud. I rossoneri continuano il pressing e raggiungono il 2-2 al 76′, grazie alla rete di Kessie su penalty,  concesso per un  fallo su Castillejo. Passano appena 2′ che  gli uomini di Pioli si ritrovano incredibilmente sul 3-2 per via del clamoroso autogol di Gunter.

Leggi anche:  Dove vedere Mariglianese-Casertana, streaming gratis Serie D e diretta tv Sportitalia?

Commenti dagli spogliatoi
Pioli: ” E’ stata una rimonta bellissima. Adesso pensiamo all’ imminente incontro di Coppa contro il Porto. Questa vittoria vale 3 punti d’oro,  che sono importantissimi per la classifica. Se sono orgoglioso del carattere della squadra? Certo.
Castillejo? Un esempio per tutti.
Tudor: ” Essere avanti di 2 reti e prendere 0 punti, mi fa arrabbiare moltissimo. Il pareggio sarebbe stato più giusto,  tuttavia faccio i  complimenti al Milan”.

Spezia-Salernitana  2-1
Seconda vittoria dello Spezia in campionato, che di rimonta supera la Salernitana di Castori e si aggiudica 3 punti pesantissimi in ottica salvezza. Leggero predominio dei liguri nel primo tempo, i quali sfiorano il vantaggio con Salcedo, che colpisce (di testa) la traversa. Al 39′ passano in vantaggio gli ospiti grazie alla giocata  vincente in area di Simy. Nella ripresa i padroni di casa entrano in campo più determinati e grazie ad una ripartenza acciuffano il meritato pareggio con Strelec al 51′. Dopo un primo doppio salvataggio di Balec sulle conclusioni di Nzola e Maggiore, i campani capitolano al 76′ sotto i colpi di Kovalenko, il quale fissa il risultato finale sul 2-1 con una bomba (imparabile) dal limite. Nel finale la Salernitana prova il tutto per tutto, ma lo Spezia resiste e si difende con ordine, portandosi a casa una vittoria meritata sul campo.

Leggi anche:  MOVIOLA Juventus-Atalanta: tutti gli episodi del match

Commenti in breve dagli spogliatoi
Thiago Motta: ” Avrei applaudito i miei ragazzi anche se fosse finita 1-1. Il nostro compito è quello di affrontare tutte le partite come un’opportunità. Queste sono occasioni per fare buone prestazioni”.
Castori: ” Dobbiamo ragionare sull’atteggiamento avuto nel corso del secondo tempo. Nonostante la sconfitta resto convinto che abbiamo delle chance per salvarci. Il prossimo obiettivo sarà quello di fare 6 punti contro Empoli e Venezia”.

  •   
  •  
  •  
  •