Post partita Milan Liverpool

Pubblicato il autore: Tiziano Ballabio Segui

I miracoli non sempre avvengono, il Milan perde 1-2 contro il Liverpool ed esce definitivamente dall’Europa come ultima del girone. Prima di pensare che l’uscita dalle coppe possa essere un vantaggio per il campionato, come del resto fece l’Inter di Conte nella passata stagione dedicandosi a tempo pieno ad un solo obiettivo, è giusto sottolineare i limiti della squadra rossonera. Pensare alle assenze è riduttivo, quindi tra i presenti in campo spicca negativamente Ibrahimovic che si conferma non decisivo a livello internazionale, oltre a Kessie che è sempre presente nelle due azioni dei goal subiti. Il club rossonero che ha al suo attivo sette coppe dei vinte resiste soltanto sette minuti sotto l’assedio dei Reds. Il Liverpool è padrone della partita ed il Milan è costretto a giocare di rimessa, incomprensibile l’atteggiamento di attesa come se  la squadra di Pioli dovesse difendere un vantaggio.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Lazio Atalanta in diretta tv e streaming? Sky o Dazn?

Le parole di Stefano Pioli

“Ci portiamo a casa la consapevolezza che il livello in Europa è molto alto, conoscevamo queste difficoltà, purtroppo non siamo riusciti a dare grande ritmo stasera e tecnicamente non è stata la nostra gara migliore. Sicuramente ci sono dei rimpianti perché meritavamo qualcosa in più con Atletico e Porto in casa, ci sta di incontrare queste difficoltà e sarà importante per la nostra crescita perché abbiamo visto come si lavora in Europa e che qualità ci serve. C’è delusione, volevamo rimanere in Europa ma impareremo e cercheremo di crescere ancora”

  •   
  •  
  •  
  •