Il Lecce prima piange poi ride. La promozione diretta è ancora nelle sue mani, e lunedì…

Pubblicato il autore: Andrea Milano


Il Lecce perde 1-0 contro la Reggina in trasferta e abbandona la vetta della classifica. Per fortuna solo quella e non anche il secondo posto, che significa promozione diretta senza passare dai playoff. Tutto ciò avviene a 9 minuti dalla fine della partita Monza-Brescia, terminata 1-1 con gol da parte di Bisoli del Brescia a una manciata di minuti dal fischio finale. Tutto il Lecce ringrazia e porta a casa, perchè una vittoria del Monza lo avrebbe fatto retrocedere al terzo posto in classifica e quindi non più padrone del proprio destino. Invece il campionato di Serie B, uno dei più difficili e imprevedibili in assoluto, non poteva non concedere un nuovo finale. Monza e Brescia impattano e il Lecce rimane secondo, a 3 turni dalla fine.

Il calendario del Lecce fino alla fine del campionato

Dopo la sconfitta di oggi che aveva gettato nello sconforto giocatori e tifosi del Lecce, in serata è arrivata la buona nuova, il risultato che tutti attendevano dal big match di giornata Monza-Brescia. Ma per i salentini i bonus sono finiti e ora, a 3 giornate dalla fine, servono 3 vittorie per ottenere il pass verso la Serie A. Tutto ancora nelle proprie mani. Lunedì sera al Via del Mare arriva il Pisa, che dista solamente 2 punti dal Lecce e in piena corsa playoff/promozione. Sarà questa la partita più difficile del campionato per gli uomini di Baroni. Dopo la partita casalinga contro il Pisa il Lecce farà visita al Vicenza, ormai quasi spacciato verso la corsa alla salvezza e terminerà il campionato in casa contro il Pordenone, ufficialmente retrocesso. Facile e scontato dire che Lecce-Pisa di lunedì 25 aprile è come una finale. E il destino ha voluto che il Lecce sia ancora padrone di se stesso.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mondiali, Brasile-Croazia probabili formazioni: ecco i magnifici undici
Tags: ,