Mondiali, l’errore di Davies dal dischetto lascia al Canada un triste record (condiviso)

Pubblicato il autore: Giuseppe Livraghi


Tornato a disputare la Coppa del Mondo dopo un’assenza che durava dal remoto 1986 (edizione organizzata dal Messico), il Canada è uscito sconfitto per 0-1 dal confronto con il Belgio, restando ancora a secco di reti nella manifestazione iridata, in quanto nella precedente (unica) presenza iridata i nordamericani persero tutte le gare del loro girone (il C) cedendo per 0-1 alla Francia il 1° giugno 1986, per 0-2 all’Ungheria il 6 giugno e per 0-2 all’URSS il 9 giugno. L’errore di Alphonso Davies dal dischetto (affatto irresistibile sinistro respinto dal portiere belga Courtois) al 10’ della gara con i belgi ha, dunque, rinviato ancora una volta l’appuntamento della rappresentativa biancorossa con la sua prima rete in un Mondiale, lasciandola nel novero delle nazionali mai a segno nella rassegna iridata, in compagnia di Qatar, Indie Orientali Olandesi, Zaire, Cina e Trinidad e Tobago.

Il Qatar (2022)

All’esordio assoluto in un Mondiale, i qatarioti sono stati battuti per 0-2 dall’Ecuador nella gara inaugurale (raggruppamento A) della corrente rassegna, della quale sono i “padroni di casa”. I mediorientali hanno, tuttavia, ancora a disposizione due partite per segnare lo loro prima rete iridata: quella del 25 novembre con il Senegal e quella del 29 novembre con l’Olanda.

Leggi anche:  Taddei: "Da romanista fracico vorrei CR7. Marquinhos era molto convinto ma non faceva il fenomeno"

Le Indie Orientali Olandesi (1938)

Prima selezione asiatica a partecipare alla fase finale di un Mondiale, le Indie Orientali Olandesi (nome dell’attuale Indonesia nel periodo coloniale) disputarono una sola gara nell’edizione del 1938 disputata in Francia, quando la kermesse era ancora strutturata totalmente sull’eliminazione diretta: lo 0-6 patito per mano dell’Ungheria il 5 giugno 1938 agli ottavi di finale (primo turno) chiuse il “rapporto” degli indonesiani con il Mondiale, poiché successivamente non riuscirono più a conseguire l’accesso alla massima manifestazione globale per nazionali.

Lo Zaire (1974)

Lo Zaire (nome assunto dall’attuale Repubblica Democratica del Congo dal 27 ottobre 1971 al 17 maggio 1997) disputò una sola edizione della fase finale della rassegna iridata: quella ospitata dalla Germania Ovest nel 1974. Campioni continentali in carica e prima nazionale dell’Africa subsahariana a riuscire a conquistare l’accesso al Mondiale, gli zairesi persero tutte le tre gare del loro raggruppamento (il 2) del primo turno: per 0-2 con la Scozia il 14 giugno 1974, per 0-9 con la Jugoslavia il 18 giugno e per 0-3 con il Brasile il 22 giugno.

Leggi anche:  Argentina-Messico, streaming gratis e diretta tv Rai Sport? Dove vedere Mondiali 2022

La Cina (2002)

Per la prima volta qualificata alla Coppa del Mondo, la Cina chiuse il suo cammino nel Mondiale di Giappone e Corea del Sud 2002 già al primo turno, conoscendo tre sconfitte in altrettanti incontri: inserita nel gruppo C, la nazionale del gigante asiatico cedette per 0-2 alla Costa Rica il 4 giugno 2002, per 0-4 al Brasile l’8 giugno e per 0-3 alla Turchia il 13 giugno.

Trinidad e Tobago (2006)

Di tutt’altro spessore, benché con il medesimo epilogo (l’eliminazione al primo turno), l’esperienza di Trinidad e Tobago. Anch’essa all’esordio in una fase finale del Campionato del Mondo (dopo aver sfiorato la qualificazione in occasione di Italia 1990), la nazionale caraibica uscì al primo turno chiudendo in ultima posizione il girone B, benché a testa alta, in quanto in grado di impattare per 0-0 con la Svezia il 10 giugno 2006 ma poi sconfitta per 0-2 dall’Inghilterra il 15 giugno e con il medesimo punteggio dal Paraguay il 20 giugno. Al di là del record negativo delle zero reti segnate, i “soca warriors” conquistarono uno storico punto (peraltro già nella gara d’esordio), presentandosi all’ultima giornata del raggruppamento ancora teoricamente in corsa per il passaggio del turno.

Leggi anche:  Serie B, Palermo-Venezia le probabili formazioni: Corini schiera i fedelissimi

Conclusioni

Come si può notare, il Canada è l’unica delle sei selezioni in questione ad aver partecipato a più di un’edizione del Mondiale, mentre le Indie Orientali Olandesi sono l’unica ad aver disputato un solo incontro nella rassegna iridata (Qatar a parte, che giocherà la sua seconda partita il prossimo 25 novembre).

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: