Le stelle del futuro: chi le nuove promesse del mondo del calcio?

Pubblicato il autore: Christian La Pira


Con Cristiano Ronaldo che si trasferisce nel campionato dell’Arabia Saudita salutando definitivamente il calcio che conta, e con Leo Messi che finalmente è riuscito a vincere un Mondiale chiudendo così definitivamente il suo strepitoso ciclo di vittorie, inizia ufficialmente una nuova era per il mondo del calcio, era che ci accompagnerà per il prossimo decennio destinato ad essere dominato dai due nuovi fenomeni dello sport più seguito al mondo: Haaland e Mbappè. Ma oltre a loro due, chi sono i nuovi giovanissimi fenomeni del pallone che fanno già parlare di se o che iniziano a essere trattati come stelle promesse con l’iniziare del 2023? Andiamo a scoprire insieme i migliori.

Gavi e Pedri come Xavi e Iniesta: come un copia e incolla

Pedri e Gavi già da un paio d’anni si sono impossessati del centrocampo di Barcellona e Nazionale Spagnola. Sembrano calcare lo stesso percorso di Xavi e Iniesta, come se i due campionissimi si fossero reincarnati in questi due spettacolari giovani fuoriclasse. Gavi pare Xavi, mentre è incredibile la somiglianza tecnica e nelle movenze di Pedri con Iniesta. Gavi classe 2004, Pedri è un 2002: è la coppia spagnola del futuro.

Leggi anche:  Serie A: Monza-Sampdoria, le probabili formazioni

La Bundesliga si gode Bellingham e Musiala

Jude Bellingham, classe 2003, centrocampista inglese del Borussia Dortmund, è valutato già 110 milioni nonostante la sua giovanissima età. Mediano che sa fare tutto, dalla tecnica sopraffina, capace anche a ripiegare: è titolare inamovibile della nazionale inglese. Jamal Musiala, invece, è un classe 2003 tedesco di proprietà del Bayern Monaco, valutato ben 100 milioni. Destinato a diventare il centrocampista migliore al mondo, bravo in fase offensiva dove fa valere il suo enorme tasso tecnico.

Gvardiol, Wirts, Camavinga, Nuno Mendes e Ansu Faty

Oltre i precedenti 4, che sembrano essere il poker d’assi dei giovani del futuro, occhio anche a Gvardiol del Lipsia, difensore croato che si è messo in mostra al Mondiale, e a Florian Wirtz, 2003 tedesco del Bayer Leverkusen di ruolo trequartista. Da non dimenticare neppure Camavinga del Real Madrid, Nuno Mendes del Psg e Ansu Faty del Barcellona, tutti e tre classe 2002.

  •   
  •  
  •  
  •