“Tra me e Rai patto per la finale Mondiale”: Adani svela tutto alla Bobo tv

Pubblicato il autore: Christian La Pira


Dopo aver da poco concluso la sua esperienza da commentatore Rai ai Mondiali in Qatar, Daniele Adani ha raccontato alla Bobo Tv la sua verità sul perchè non gli sia stato affidato il commento tecnico della partita più importante, la finale tra Francia e Argentina. L’ex difensore di Inter e Fiorentina ha diviso l’opinione pubblica durante tutto il torneo a causa delle sue telecronache definite da molti come eccessive e condite di troppa enfasi.

“Patto con Rai alla firma: finale mia senza Italia”

“Ad Agosto 2021 firmo per la Rai” – spiega l’opinionista – “A Giugno 2022, sono ad un pranzo con Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, in occasione della partita di Nations League tra Italia e Ungheria. Gli racconto che un anno prima, al momento della firma con l’azienda, avevamo stipulato un accordo, purtroppo solo verbale, secondo il quale io avrei dovuto commentare la finale Mondiale 2022 in Qatar se non ci fosse stata l’Italia, perchè le partite degli azzurri erano di Alberto e Antonio, e quelle non si toccavano. In realtà della finale lo raccontai a Rimedio, Antinelli e la Scarnati soltanto pochi giorni fa, prima della finale del terzo e quarto posto, ad un pranzo. Un anno fa, invece, a Di Gennaro e lo stesso Rimedio mi ero limitato a confidare che con la Rai avevamo concordato che non avrei fatto le partite dell’Italia”.

Leggi anche:  Al Ahly-Real Madrid, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere Mondiale per club

“Di Gennaro e Rimedio, giusto dare finale a loro due”

“Quando firmai per la Rai, stipulammo quindi questo accordo verbale: avrei fatto io la finale Mondiale se non ci fosse stata l’Italia. Purtroppo era un accordo che non poteva essere messo per iscritto, perchè se e quando cambiano le direzioni sportive l’accordo non si può trasferire. Diciamo che era solo un patto tra me e la Rai. E, guarda un po, dopo poco tempo cambiò subito la direzione sportiva. Dopo, chiunque al posto mio poteva rivalersi su quel patto per potersi aggiudicare il commento della finale, chiunque ma non io, visto che non mi appartengono questo tipo di atteggiamenti. Poi, comunque, non volevo dare un peso ad Antinelli, che già aveva dovuto patire nell’anno precedente la mancata telecronaca della coppia Rimedio-Di Gennaro causa Covid. Alessandro non voleva togliere un’altra finale ad entrambi e io non volevo complicargli le cose”.

Leggi anche:  Marsiglia-Psg, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere Coppa di Francia

“Ho rivelato il patto iniziale al momento giusto”

“Una persona, un commentatore, non si vede da una finale in più o in meno, ma dai comportamenti, e io penso di essere stato giusto in questa situazione. Ognuno poi raccoglie ciò che semina. Avevo questo patto, ma l’ho tenuto per me, non ho voluto usarlo. Apprezzo che Antinelli abbia dato la finale a Rimedio e Di Genaro, era giusto così, anche se moltissime persone pensavano che la giusta conclusione dovesse essere il mio commento in una finale Mondiale con l’Argentina in campo. Donatella Scarnati e Alessandro Antinelli, dopo che gli ho raccontato tutto qualche giorno fa, mi hanno detto che dovevo dirgli prima di questo patto, e io gli ho risposto che gliel’ho detto al momento giusto”.

  •   
  •  
  •  
  •