Liverpool-Roma, Conti si scusa per il dito medio:”Goliardia privata resa pubblica”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Conti, le scuse per il dito medio. Dopo il putiferio scatenato dal dito medio rivolto allo stemma del Liverpool, ecco l’ammenda di Bruno Conti. Un momento di goliardia privato – afferma – è stato reso pubblico senza che ne fossi a conoscenza, trasformandolo in un gesto inopportuno di cui sento il bisogno di scusarmi. negli ultimi venticinque anni ho provato a trasmettere i miei valori a tutti i ragazzi con i quali mi sono trovato a lavorare, a partire dal rispetto dell’avversario.  Non offenderei mai alcun club, figuriamoci una società così gloriosa come il Liverpool. Il mio rispetto per un avversario che negli anni ho sempre affrontato con lealtà è fuori discussione”. Parole che fanno da gesto riparatore, ma che forse non giustificano fino in fondo un gesto che si poteva risparmiare. Anche in privato.

Conti-Pruzzo, una brutta figura

Liverpool-Roma, gestaccio di Pruzzo e Conti. Una caduta di stile prima di un match importantissimo. Roberto Pruzzo e Bruno Conti si sono fatti fotografare con il dito medio alzato nei confronti dello stemma del Liverpool. I due ex giallorossi, grandi campioni in campo, furono protagonisti della finale persa dalla Roma nel 1984. In quell’occasione i giallorossi persero la finale dell’allora Coppa dei Campioni ai rigori contro i Reds. Una sconfitta che non giustifica il gesto di Pruzzo e Conti. Non il miglior modo per cominciare l’avventura della Roma in questa storica semifinale di Champions League. Un doppio confronto che il popolo giallorosso aspetta da 34 anni, per vendicare quella maledetta serata dell’Olimpico. Un gesto fatto da due uomini che hanno vissuto e vivono di sport ad altissimo livello. Pruzzo e Conti chiedano scusa in fretta, per non turbare le ore di vigilia di questo storico Liverpool-Roma.

Liverpool-Roma, un gol per sognare Kiev e dimenticare il dito medio di Pruzzo-Conti

Una partita molto complicata per  i giallorossi, anche se i Reds di Klopp non sono imperforabili in difesa. Segnare un gol sarebbe fondamentale per gli uomini di Eusebio Di Francesco. Si è visto quanto sia stato importante il gol di Dzeko, segnato al Camp Nou, nel doppio confronto con il Barcellona. Il pericolo numero uno è certamente Momo Salah. L’ex romanista, in testa alla classifica della Scarpa d’Oro, sta vivendo una stagione eccezionale dal punto di vista realizzativa. Gli occhi dei tifosi giallorossi ad Anfield Road saranno tutti per lui, senza dimenticare gli altri attaccanti di Klopp. 90 minuti da vivere con il fiato sospeso, dopo 34 anni la storia della Roma vive una memorabile serata.

Ecco il tweet di Sandro Piccinini con la foto di Pruzzo e Conti:

  •   
  •  
  •  
  •