L’Inter subisce e soffre contro il Barca ma alla fine ci pensa il solito Icardi

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Foto Getty Images© per SuperNews

I nerazzurri certificano l’ottimo stato di salute imponendo il pari al Barcellona: un 1-1 che permette ai blaugrana di strappare il pass per gli ottavi di finale con due giornate di anticipo e all’Inter di guardare con ottimismo i prossimi impegni in programma. A seguito di questo risultato e del concomitante successo del Tottenham, in rimonta, contro il Psv Eindhoven, per 2-1 grazie alla doppietta dell’infallibile Kane, la classifica del girone B vede saldamente in testa e già proiettato agli ottavi di finale il Barcellona, con 10 punti all’attivo, segue la Benamata a 7, Tottenham a quota 4, chiude il raggruppamento il Psv Eindhoven con un solo punto. Il match contro i blaugrana, seppur privi della stella Leo Messi, è stato alquanto complicato.

I catalani hanno costantemente cinto d’assedio la metà campo nerazzurra, sia nel primo che nel secondo tempo, mettendo i brividi ad Handanovic attraverso le folate offensive imbastite da Dembele, Suarez e Coutinho. I padroni di casa nella prima frazione di match si sono fatti notare dalle parti di Ter Stegen solo attraverso un’opportunità capitata sui piedi di Asamoah e nulla più. Fronteggiare il Barcellona dei “marziani“, maestri nel possesso palla, era un’impresa ardua e lo ha compreso alla perfezione anche un “San Siro” stracolmo con circa 75.000 spettatori e protagonista del record di incasso per quanto concerne una squadra italiana impegnata in Champions League.

Leggi anche:  Pallamano - Barcellona da favola: decima Champions League con l'en plein di vittorie

Nella ripresa, poi, il leitmotiv non è mutato, con il Barca a fare la partita, a cui è stato annullato anche un gol a Suarez. Gol che poi è arrivato all’83’ con Malcom, oggetto del desiderio in estate della Roma, alla sua prima rete in maglia azulgrana. Quando tutto lasciava presagire verso una sconfitta, per molti versi ineccepibile, all’87’ il solito Mauro Icardi ha approfittato al meglio di un batti e ribatti all’interno dell’area avversaria, per poi sfoderare dal cilindro una conclusione che non ha lasciato scampo a Ter Stegen.

Esplosione di gioia tra la moltitudine dei tifosi interisti accorsi allo stadio. I nerazzurri strappano, in extremis, un pareggio prestigioso, coltivando, così, più di qualche semplice speranza al fine di accedere agli ottavi di finale. Alla vigilia di questa competizione in pochi avrebbero puntato sull’Inter, squadra inserita in quarta fascia nella compilazione dei gironi, ed invece ad inizio novembre occorre riformulare qualsiasi tipo di valutazione, inserendo la Benamata come favorita per chiudere al secondo posto nel gruppo B.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

La prossima sfida in programma è datata 28 novembre, dove nello “Wembley Stadium” di Londra, Icardi e compagni proveranno a sfoderare un’altra prestazione sopra le righe al cospetto degli Spurs, al fine di centrare un obiettivo, non propriamente pronosticabile ad inizio stagione. L’Inter sta regalando gioie ai propri tifosi grazie ad una mentalità, ad un atteggiamento e ad un’organizzazione da grande squadra. Campionato o Champions, poco cambia, i nerazzurri hanno saldamente indossato gli abiti da compagine intenzionata a primeggiare e dura da battere.

  •   
  •  
  •  
  •