Champions League: il ritorno degli ottavi sarà giocato nelle sedi originali

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Giorno dopo giorno ci si avvicina sempre di più agli ottavi di finale di ritorno relativi alla Champions League. Almeno quelli che sono rimasti e che riguardano la Juventus di Maurizio Sarri. I bianconeri dovranno affrontare il Lione di Garcia, compagine che si impose per 1-0 in Francia grazie alla rete di Tousart. Una sconfitta che costringerà i campioni d’Italia a ribaltare il risultato. Cosa non impossibile data la forza dell’avversario non proprio eccelsa, ma anche per via della chiusura anticipata della Ligue 1. Penalizzante per le squadre transalpine.

Oltre Juventus-Lione, gli altri ottavi di finale che devono essere ancora disputati sono Barcellona-Napoli, Bayern-Chelsea e Manchester City-Real Madrid. Secondo il quotidiano spagnolo AS, queste partite verranno disputate nelle sedi originali. Dunque la Juventus potrà giocare il match di ritorno con il Lione allo Stadium, anche se il bellissimo impianto della società piemontese sarà vuoto per un impegno così importante. Causa Covid-19.

Pressioni da parte di Barcellona e Manchester City

AS afferma che la decisone da parte della UEFA di giocare i match degli ottavi di ritorno della Champions League nelle proprie sedi originali, sarebbe dovuta alla pressione da parte di Manchester City e Barcellona a riguardo. I due club infatti non vogliono dare vantaggi disputando i match nei campi neutri. L’ufficialità di questa decisione verrà decretata venerdì, durante il sorteggio. Il torneo finale caratterizzato su tre turni e che si disputerà in Portogallo, è confermato per il mese di agosto.

  •   
  •  
  •  
  •