Barcellona-Bayern, Pique: “Vergogna, se serve me ne vado”

Pubblicato il autore: Giacomo Morandin Segui


E’ caos totale nel Barcellona dopo la clamorosa debacle di ieri sera nei quarti di finale contro il Bayern Monaco.
Era dal 1946 che i catalani non subivano 8 reti, mai era successo in un quarto di finale di Champions League e anche uno dei pilastri dei blaugrana, ovvero Gerard Pique, ha sbottato contro tutti.
Come spesso accade, il primo a metterci la faccia è lui e non Messi: “E’ una vergogna”.

Le parole al veleno di Pique

“E’ stata una partita orribile, la sensazione è di quelle nefaste, che ti rimangono dentro per un bel po’.
Non si può entrare in campo così e non è la prima volta che capita, è molto dura e spero che ci serva di lezione. Dobbiamo farci tutti un esame di coscienza, il club ha bisogno di nuova aria: non parlo di nessuno in particolare, ma non è la prima volta che facciamo una figuraccia del genere e negli ultimi anni ci sta accadendo sempre”.

Il difensore catalano ha poi proseguito sulla linea dura: “Nessuno è imprescindibile e io, Pique, sono il primo a farmi da parte se serve nuovo sangue, nuova linfa per cambiare queste dinamiche.
Sono il primo a farmi da parte, lo dico con molta umiltà perché credo che abbiamo toccato il fondo.
Penso che tutti dobbiamo guardarci allo specchio e riflettere dentro di noi e decidere ciò che è meglio per il club, che è la cosa più importante”.

Pique poi infila anche una stoccatina ad allenatore e dirigenza: “Non siamo competitivi in Europa, è da un po’ di anni che è così, indipendentemente da chi ci allena o i giocatori che ci sono. Nella Liga ci può dare qualcosa, ma quando affrontiamo la Champions non riusciamo a vincere. Un club come il Barca deve lottare per vincere sempre, invece inseguiamo, è questa la cruda realtà. Ormai siamo stati smascherati, non possiamo più nasconderci è qualcosa che si vede e si riflette in campo e ciò che abbiamo visto oggi è inaccettabile per un club come il Barcellona. Dobbiamo vergognarci tutti“.

  •   
  •  
  •  
  •