Atalanta, reparto offensivo dirompente: da Papu fino a Miranchuk. Attacco da leccarsi i baffi

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Un bambino in un negozio di giocattoli, la vostra fidanzata in un negozio di moda in periodo di saldi, un grande appassionato di automobili al museo della Ferrari. Scegliete voi il vostro paragone più idoneo. Temi diversi l’uno dall’altro, ma la sostanza è la stessa: felicità nella quale l’imbarazzo della scelta passa praticamente in primo piano. Trasformando il tutto in salsa Atalanta, Gian Piero Gasperini ha a disposizione la rosa più forte degli ultimi 113 anni di storia, soprattutto per quanto concerne l’attacco. Quel reparto offensivo dove è composto non solo dai titolarissimi (in attesa del miglior Ilicic), ma anche da riserve di lusso che, nel giro di poco tempo, riusciranno a trovare la loro “pietra filosofale” in quel di Bergamo.

Attacco da leccarsi i baffi: Gasperini e l’Atalanta sorridono – Zapata, Ilicic, Gomez, Lammers, Muriel, Miranchuk e Malinovskyi. Questo attacco fa venire i brividi già sulla carta: un reparto offensivo dove la cosiddetta “coperta” è molto lunga. Indipendentemente da chi viene schierato, il risultato non cambia: Un’Atalanta sempre pronta ad attaccare con una freddezza incalcolabile. Riserve? Andando ad analizzare sia Lammers che Miranchuk (andato a segno ieri contro il Midtjylland alla sua prima apparizione in nerazzurro), l’etichetta appare abbastanza stretta. Certo, la stagione è lunga, ma se il buongiorno si vede dal mattino, ci sarà da divertirsi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Gasperini su Atalanta-Midtjylland: "I ragazzi stanno dando il massimo per poter portare avanti tutte le competizioni"
Tags: