Champions League, Atalanta favorita per il passaggio, ma occhio: testa bassa e concentrazione

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


La nuova Champions League 2020-21 si avvicina, e per l’Atalanta i sorteggi fatti ieri sera sono stati assolutamente positivi: Liverpool a parte, i nerazzurri di Gian Piero Gasperini hanno beccato due squadre, sulla carta, molto alla portata, cioè Ajax e Midtjylland. Tale esito ha comportato grande ottimismo all’interno del tifo orobico, contando anche del potenziamento della Dea durante il mercato estivo (in attesa del ritorno sia di Josip Ilicic che del neo acquisto Miranchuk), ma una “big” nel calcio europeo si dimostra tale soprattutto in situazioni del genere: contesto dove la testa e la maturità faranno la differenza rispetto al talento (evidente) del gruppo.

Atalanta, testa e maturità per non sottovalutare il tuo avversario – I nerazzurri possono dire sicuramente la loro in questo girone di Champions: il Liverpool rimane la favorita nonostante questa Atalanta sia in grado di giocarsela contro tutto e tutti, l’Ajax ha riscontrato negli ultimi due anni una decrescita evidente e il Midtjtlland è una squadra da non prendere sottogamba al di là dell’inferiorità tecnica. Tutto è nelle mani della Dea, tenendo presente che la testa può fare dei brutti scherzi. Certo, i nerazzurri hanno dimostrato maturità, ma la forza di un gruppo (la classica prova del nove) sta nell’affrontare ogni gara con la mentalità giusta: l’anno scorso era l’Atalanta la sfavorita, presa come l’ultima ruota del carro, e sappiamo tutti l’esito di quel girone.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: