Champions League: l’Inter pesca il Real Madrid

Pubblicato il autore: Sandro Caramazza Segui

Inter

Sorriso a metà per l’Inter, che nel sorteggio dei gironi di Champions League pesca Real Madrid, Shakthar Donetsk e Borussia M’gladbach. I nerazzurri hanno evitato il raggruppamento di ferro A, composto da Bayern Monaco e Atletico Madrid. L’inizio della Champions è in programma per il 20/21 ottobre, con la prima avversaria dei nerazzurri ancora da definire. Inter, che partiva dalla terza fascia, insieme alle altre due italiane Atalanta e Lazio, con la pluricampione d’Italia Juventus come testa di serie. Girone B, dunque, abbastanza equilibrato, con le insidiose trasferte di Ucraina e Germania e quella prestigiosissima al Bernabeu, teatro dell’ultima competizione europea vinta dalla società meneghina. Per il calendario completo, con le date e gli orari delle partite, bisogna aspettare la giornata di domani venerdì 2 agosto.

Champions Inter, i precedenti contro le squadre del Gruppo B

Partendo dai Galacticos, i precedenti in Champions League/Coppa dei Campioni sono a favore dell’Inter. Nove partite totali tra Meazza e Bernabeu, con 5 vittorie per i nerazzurri, un pareggio e tre vittorie madrilene. L’ultimo incontro è datato stagione 1998/1999, quando i nerazzurri guidati dal duo Ronaldo-Baggio, sconfissero a Milano il Real Madrid per 3 a 1  nella fase a gironi.

Stando, invece, agli ucraini dello Shakthar, l’unico precedente in Champions contro l’Inter, sarebbe quello del doppio confronto nell’agosto del 2005. Si trattava di un match preliminare per l’ingresso nella fase a gironi della massima competizione europea per club. I nerazzurri vinsero all’andata alla Dombass Arena per 2 a 0, mentre il ritorno al Meazza finì 1-1. Risultato, che diede all’Inter il pass dei gironi. Ovviamente, da non dimenticare l’ultimo precedente europeo tra questi due club, con la vittoria dei nerazzurri per 5 a 0 nell’ultima semifinale di Europa League.

Infine, l’unico precedente tra Inter e Borussia M’Gladbach è abbastanza controverso, tant’è che passo alla storia con l’appellativo di “Partita della lattina“. Il fatto risale agli ottavi della Coppa dei Campioni 71-72′, con i tedeschi che vinsero in Germania per 7 a 1, ma il match venne poi annullato e fatto ripetere al Meazza, con l’Inter che fece ricorso per il lancio di una lattina da parte di un tifoso del Borussia, che colpì l’attaccante nerazzurro Boninsegna. Al secondo incontro, l’Inter passò il turno battendo i tedeschi per 4 a 2.

  •   
  •  
  •  
  •