Champions League, pagelle Shaktar Inter: grave insufficienza per Lautaro

Pubblicato il autore: Giuseppe Colicchia Segui

Pagelle Shaktar Inter 0-0: il match
L’Inter esce dalla seconda sfida in questo girone di Champions League con l’ennesimo pareggio. Un pareggio che sta stretto ai nerazzurri, protagonisti di un match dominato fin dall’inizio. Gli ucraini hanno lasciato il possesso del pallone ai nerazzurri per poi chiudersi con delle strettissime linee difensive sul limite della propria area di rigore. L’Inter non riesce a concretizzare le occasioni da gol avute ed il pareggio ottenuto lascia molti rimorsi. La traversa colpita da Barella prima e da Lukaku poi, l’incredibile gol sbagliato la Lautaro ed un fallo in area ai danni di Lukaku non fischiato dall’arbitro e non segnalato dal Var, sono gli episodi nei quali la partita per l’Inter non è girata nel modo giusto. In generale la prestazione dei nerazzurri è più positiva nel primo tempo rispetto al secondo, nel quale la squadra ha calato il ritmo e l’intensità, diminuendo di conseguenza la velocità della manovra. Di seguito le pagelle dei nerazzurri.

Pagelle Shaktar Inter: i titolari

Handanovic, 6
Il voto per l’estremo difensore interista potrebbe essere anche un s.v., visto i pochissimi e non particolarmente difficili interventi che è chiamato a fare. Bravo soprattutto in un’uscita con i pugni su una palla da fermo per gli avversari.

Leggi anche:  Infortunio Demiral, brutta tegola per la Juventus in vista della sfida al Ferencvaros

D’Ambrosio, 6.5
Una partita prettamente offensiva la sua. Sulla destra è una spinta costante così come dentro l’area di rigore. In fase di impostazione diventava un attaccante aggiunto, mentre Brozovic si allargava e prendeva il suo posto nella difesa a tre interista.

De Vrij, 6
Una buona prestazione per l’olandese, senza infamia e senza lode. Graziato dall’arbitro nel primo tempo per un cartellino giallo che avrebbe potuto compromettere la sua partita.

Bastoni, 6
Sul suo lato arrivano le spinte maggiori da parte degli avversari. Lui è attento a non farsi superare (eccetto in un caso, nel quale decide di spendere un’ammonizione). Nella ripresa, quando i nerazzurri cercano il gol è lui ad avanzare in cerca dell’invenzione giusta.

Hakimi, 5.5
Da lui ci si aspetta di più. Sulla fascia destra è la solita freccia ma, per sfoggiare tutta la sua potenza, ha bisogno di spazi aperti: proprio quello che gli ucraini non hanno mai concesso in questa partita. Alcune sue imprecisioni nell’ultimo passaggio fanno sì che il suo voto in pagella sia leggermente sufficiente.

Leggi anche:  Probabili formazioni Juventus Ferencvaros, tegola Demiral per Pirlo: gioca Alex Sandro?

Brozovic, 5.5
Un po’ confusionaria la sua fase d’impostazione. Trova un solo lancio interessante a premiare Lautaro. Per il resto non incide sul match. Corre parecchio e pian piano sta recuperano una condizione fisica non molto elevata nelle prime uscite stagionali.

Vidal, 6
Peccato per il mancato gol su colpo di testa da corner, per cui si dispera. La sua è una partita di intensità e intelligenza tattica. Tanta sostanza.

Young, 5
L’esterno inglese cala drasticamente nella ripresa, vanificando numerose potenziali occasioni da gol per i nerazzurri. Probabilmente andava sostituito prima: ricordiamo che il calciatore è appena tornato, dopo lo stop dovuto alla positività al Covid-19.

Barella, 6.5
Il centrocampista italiano inizia al massimo la partita, aumentando i giri del motore suoi e di tutta la squadra. Nella ripresa si vede un po’ meno. Sfortunato per la traversa colpita nel primo tempo, dopo una bella coordinazione e tiro al volo dal limite dell’area avversaria.

Lukaku, 6.5
Prova a trascinare ancora una volta l’Inter, L’unica pecca è l’imprecisione in alcuni appoggi e sponde per i compagni. La traversa colpita su punizione gli impedisce di realizzare un gol che avrebbe meritato. I nerazzurri recriminano per un mancato rigore per un fallo nei suoi confronti (anche in quel caso, sarebbe andato lui dal dischetto).

Leggi anche:  Inter DAZN, tre gare dei nerazzurri in streaming

Lautaro, 4.5
Brutta prova per l’argentino. Dopo la non prestazione non positiva contro il Genoa, condita da uno spiccato nervosismo dopo la sostituzione, ci si aspettava una reazione da lui. In questa partita invece è assente e sbaglia incredibilmente un gol a porta vuota. Non è stata la sua giornata.

Pagelle Shaktar Inter: i subentrati

Perisic, 5.5
Il croato viene messo in campo da Conte al posto di Lautaro. La punta o la seconda punta non è il suo ruolo, e lo dimostra ancora una volta. Sul finale viene spostato sull’esterno, dopo l’ingresso di Pinamonti, dove riceve più palloni ma riesce poche volte a saltare il proprio avversario.

Eriksen, Darmian, Pinamonti, s.v.
Troppo poco tempo per mettersi in mostra per loro. Un calciatore come Eriksen probabilmente sarebbe dovuto entrare in campo prima, soprattutto in una partita così bloccata.

  •   
  •  
  •  
  •