Midtjylland-Atalanta, esperienza europea al potere con Miranchuk.

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui


L’Atalanta si sta preparando al debutto in Champions League contro il Midtjylland, ma non avrà a disposizione il trequartista ucraino Malinovskyi. Problemi? Assolutamente no. Certo, Ruslan è una pedina fondamentale, ma Gasperini ha una carta da giocare: l’attaccante russo Miranchuk. Visto il talento del numero 59 nerazzurro, non è da escludere il tanto desiderato debutto con la maglia della Dea: anche a partita in corso se nel caso servirà dare una mano in più al reparto offensivo bergamasco.

Esperienza europea e una fame di dimostrare il proprio valore – Miranchuk non è soltanto un grande investimento, ma anche un giocatore che ha alzato (e non poco) il livello dell’Atalanta. Una pedina come lui, a livello internazionale, serve come il pane, e Gian Piero Gasperini è rimasto soddisfatto di quello che ha fatto vedere in queste settimane di allenamento. Ci si aspettava il debutto contro i partenopei l’ultima giornata di Serie A, ma l’attuale numero 59 atalantino non ha giocato neanche un minuto. Contro il Midtjylland, le quote su un suo possibile impiego (rimarcando l’esperienza dello stesso Miranchuk) si sono alzate notevolmente, e non è da escludere un suo impiego tanto decisivo quanto importante per integrare al meglio il ragazzo negli schemi del mister di Grugliasco. Vedremo stasera.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Champions League, primo arbitro donna: dirigerà la Juventus
Tags: