Alex Del Piero: “La Juve deve reagire, Ronaldo non è l’unico responsabile”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

Alex Del Piero ex attaccante e capitano bianconero, nello studio post-gara di Juventus-Porto analizza in modo approfondito il comportamento del team durante tutto il match: “E’ il momento di reagire – afferma – questa sconfitta dà l’opportunità di cambiare qualcosa e di portare tutto quello che di buono c’è in campionato. Ronaldo? Non è l’unico responsabile“. L‘eliminazione dalla Champions League porta del malumore all’interno del team Juventino, d’altronde accettare una sconfitta nelle ultime fasi di un girone non è mai facile.  “Occorre una svolta”, come dichiarato dall’ex capitano Alex Del Piero, nello studio di Anna Billò.

Alex Del Piero: prendere ciò che c’è di buono?

Del Piero dichiara: “Adesso deve esserci un cambio e sicuramente ci sarà un cambio e quando parlo di cambio è perchè una sconfitta in un evento così importante ti concede l’opportunità di cambiare. Ora sta alla società, all’allenatore o al gruppo squadra decidere come. La Juve deve riuscire a buttare giù questo rospo amarissimo e provare a prendere quello che di buono c’è, perchè ci sono delle cose buone come ad esempio Chiesa, una condizione fisica in crescita e tutto questo bisogna metterlo in campionato. Ci deve essere una reazione, un momento di cambio”.

Juventus tradita da Cr7?

Alessandro Del Piero sposta le sue riflessioni sull’attaccante portoghese Cristiano Ronaldo, dichiarando: “Juve tradita da Cr7? Si, ma non solo, per quella che è la figura di Cristiano dobbiamo evidenziare una partita decisamente sottotono anche se difficile perchè ha avuto sblocchi solo sugli esterni più una palla di testa. Ha la sua responsabilità perchè è  il leader di questa squadra ed è il giocatore che più la rappresenta sotto tutti gli aspetti in questi anni. Però non solo lui, perchè la Juve ha avuto più di un’ora con un uomo in più e in questo tempo poteva creare e doveva creare di più, a costo di fare 50 cross, perchè il Porto lasciava solo questa opzione. Allora devi portare quanti più giocatori a riempire l’area”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tensione Juventus, giocatori non tranquilli vista la situazione societaria