Allegri: “Se ci sono squadre più forti lo vedremo alla fine”

Pubblicato il autore: Enzo Palo

allegriMassimiliano Allegri carica la squadra in vista dell’impegno di Champions League contro il Maccabi Haifa. In Israele la Juventus non può fallire e questo il tecnico bianconero lo sa benissimo, non a caso nella classica conferenza stampa pre-gara ha dichiarato: “Sarà una partita molto complicata, già qui hanno fatto vedere buone cose. L’ambiente è molto caldo e bisognerà stare attenti”. Sulla possibilità di utilizzare il tridente Vlahovic-Milik-Di Maria, a Sky Sport Allegri risponde: “Ora è difficile, anche per le caratteristiche dei giocatori. Milik devo gestirlo a livello fisico, ha giocato diverse partite. Ora le partite si giocano in 15 esclusi i portieri: è importante chi parte dall’inizio ma altrettanto chi subentra”.

Allegri vuole uscire dalla crisi

Sul momento no vissuto dalla Juventus, l’allenatore della Vecchia Signore non cerca alibi: “Il fatto che c’è la possibilità di giocare una nuova partita c’è l’opportunità di rialzarsi in piedi subito. Le due partite ci avevano un po’ illuso tutti, è stato un errore e non bisogna illudersi, ma vivere di realtà, di cose pratiche. Questo è un percorso che va fatto giorno dopo giorno mettendosi sempre in discussione, lavorando con passione e avere voglia di arrivare agli obiettivi. Creando i presupposti, poi se ci sono squadre più forti lo vedremo alla fine. Noi in campo non dobbiamo più fare errori come sono successi ripetutamente in varie partite in campionato”. Infine Massimiliano Allegri vuole voltare pagina e chiudere con il passato: “Fare paragoni con le squadre che ho allenato in passato non serve a nulla, questa è un’ottima squadra che deve crescere. Dopo tanti anni di vittorie c’è un tempo necessario per ricostruire, noi facciamo tutto il possibile per tornare a vincere il prima possibile ma al momento siamo ancora sull’altalena, dopo due vittorie qualcuno si era illuso”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dichiarazioni Allegri inchiesta Prisma: "Mercato solo di plusvalenze, mercato del c..."