Inzaghi: “Abbiamo fatto qualcosa di speciale. É un premio per la società e per questi meravigliosi tifosi”

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco

La vittoria per 4-0 contro il Viktoria Plzen riporta l’Inter agli ottavi di finale, la seconda volta consecutiva da quando sulla panchina dell’Inter siede Simone Inzaghi. Differentemente dalla Juventus, eliminata dopo la sconfitta per 4-3 contro il Benfica, i neroazzurri si sono imposti nei due scontri contro il Barcellona, conquistando la qualificazione. Queste le parole di Simone Inzaghi in conferenza stampa nel postpartita.

Le parole di Inzaghi in conferenza stampa dopo la qualificazione

QUALIFICAZIONE – “C’era la speranza di qualificarsi in un girone difficilissimo. Barcellona e Bayern sono fortissime, ma ci speravamo. Volevamo fare un girone alla grande, ma siamo andati oltre le aspettative. Bisogna fare un grosso applauso ai giocatori. Sono soddisfatto del gioco espresso: abbiamo raggiunto il primo obiettivo stagionale, riuscendo a fare qualcosa di speciale. L’esordio con il Bayern è stato duro, ma poi siamo cresciuti di partita in partita, soprattutto nel doppio confronto con il Barcellona. E’ un premio per la società e per questi meravigliosi tifosi.

Leggi anche:  Mercato Dumfries: quota sale a 60 milioni, addio dietro solo una grande offerta

CALHANOGLU – “Calhanoglu play? Unisce qualità e quantità. L’anno scorso aveva fatto discretamente lì. Asllani sta facendo benissimo, ma eravamo in un momento delicato e ho provato Hakan. Sta crescendo continuamente”

LUKAKU E BROZOVIC – “Quando rientreranno a pieno regime Lukaku e Brozovic si metterà benissimo, perché giocando ogni tre giorni avrò più scelte e cambi, è un periodo di partite ravvicinate e non sarò facile portarle tutte a termine”.

  •   
  •  
  •  
  •