Napoli, è la vittoria di Gattuso

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

E’ festa a Napoli, gli azzurri conquistano ancora contro la Juventus la sesta Coppa Italia della loro storia, la terza in 15 anni di gestione De Laurentiis.
Non male, quando fino al 2004, anno del fallimento, erano state solo 3 le coppe nazionali. E’ una rinascita quella dei partenopei che si deve evidenziare, nonostante il massimo dirigente azzurro, venga sempre pizzicato dalla tifoseria.

In uno stadio Olimpico purtroppo vuoto, ma con spettatori da playstation, la partita è stata alquanto equilibrata, con i bianconeri che hanno ottenuto maggior possesso palla tipico del gioco Sarriano, ma il Napoli è stato più pericoloso. Con 2 pali, e 3 salvataggi di Buffon, che ha portato la Juventus ai rigori.

Protagonisti Meret, che ha ipnotizzato Dybala, e Milik, autore del rigore decisivo che ha portato al trionfo il Napoli, e che ha scatenato la festa in città.
Gente in strada fino all’arrivo della squadra ad Afragola, con Gattuso, il grande vincitore della coppa che mostra il trofeo ai tifosi in attesa.

Leggi anche:  Zazzaroni sulla Supercoppa: "Avrei voluto cambiare canale"

Il volto di Cristiano Ronaldo, previsto come ultimo tiratore dei bianconeri, è tutto un programma. Seconda sconfitta in finale per i bianconeri, dopo la Supercoppa Italiana con la Lazio, oscuro in volto, deluso, il portoghese non è apparso in grande condizione fisica.

Intanto, il Napoli ha già un posto in Europa League, e potrà provare nella rincorsa per il quarto posto.

  •   
  •  
  •  
  •