Formazioni Apollon Limassol-Lazio: ampio turnover per Simone Inzaghi, Correa alle spalle di Caicedo

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Felipe Caicedo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Una Lazio appagata e confortata dall’aritmetica qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League, con due turni d’anticipo, affronta, questa sera, presso la cornice del “GSP Stadium” di Nicosia, la compagine cipriota dell’Apollon Limassol. Per i biancocelesti sarà importante conquistare l’intera posta in palio al fine di mettere nel mirino il primo posto in classifica, con lo scopo di attendere un comodo sorteggio per quanto concerne il turno successivo.

La graduatoria del girone H vede in testa l’Eintracht Francoforte con 12 punti all’attivo, segue la Lazio a quota 9, chiudono il raggruppamento l’Apollon e l’Olympique Marsiglia, entrambi appaiati a 1. Simone Inzaghi, in vista dei prossimi impegni in campionato, è intenzionato ad applicare un ampio turnover, lasciando nella Capitale elementi di spicco come Ciro Immobile, Milinkovic-Savic, Luis Alberto, Radu e Parolo, calciatori sino ad ora ampiamente impiegati dal tecnico piacentino. Non perdere a Nicosia sarà fondamentale affinché l’obiettivo primo posto nel girone possa essere raggiungibile, ma di certo, ciò, non rappresenta un assillo prioritario.

L’Apollon, nel suo campionato è in testa alla classifica, a quota 22, a braccetto con l’AEL, vantando il miglior attacco con 26 centri realizzati e difesa impenetrabile con soli 4 gol al passivo. Questo andamento assai positivo, però, non è stato riscontrato in Europa League, dove la compagine guidata dal tecnico Augousti ha inanellato un pareggio e tre ko, seppur nel match d’andata dell'”Olimpico“, andato in scena lo scorso 20 settembre, destò una discreta impressione.

Dirottando il focus sulle probabili formazioni, Simone Inzaghi si affiderà al consueto 3-5-1-1 con Proto in porta, linea di difesa composta da Bastos, l’onnipresente Acerbi e Luiz Felipe. Sulle corsie laterali fiducia a Caceres e Durmisi, mentre Cataldi agirà da playmaker basso. Sulla mediana spazio a Murgia e Berisha. Correa agirà sulla trequarti, pronto ad innescare l’unica punta Caicedo.

Augousti, invece, risponderà con il modulo tattico 4-2-3-1: Bruno Vale tra i pali, Joao Pedro a destra, Soumah a sinistra. La coppia centrale di difesa sarà composta da Roberge e Dylan. La mediana sarà presidiata da Kyriakou e Sachetti, mentre sulla trequarti fiducia a Schembri, Sardinero e Popoulis a supporto del centravanti Maglica. L’arbitro designato per dirigere la sfida è l’israeliano Danny Krasikow.

  •   
  •  
  •  
  •