Rapid Vienna-Inter, Lautaro Martinez decisivo nella sera senza Icardi

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Nonostante la trasferta in terra austriaca fosse nata sotto una cattiva stella, l’Inter non si è lasciata condizionare dalla scottante “vicenda Icardi” ed ha regolato il Rapid Vienna per 0-1, ipotecando, quasi, definitivamente l’accesso al turno successivo. Come detto, il viaggio verso l'”Allianz Stadion” era stato caratterizzato dalla notizia comunicata dalla società nerazzurra di degradare Icardi dal ruolo di capitano, dirottando la fascia sul braccio di Samir Handanovic.

A seguire l’attaccante argentino non ha risposto alla convocazione di Luciano Spalletti, rimanendo a lavorare presso il centro sportivo di Appiano Gentile. Ufficialmente si parla di un problema alla caviglia, motivo per cui Maurito potrebbe alzare bandiera bianca anche in vista della sfida di campionato, in programma domenica alle ore 18, con la Sampdoria.

Tuttavia il tecnico di Certaldo non ha battuto ciglio e in avanti si è affidato al trio Politano, Nainggolan, Perisic a supporto dell’unica punta Lautaro Martinez. “El Toro” sta vivendo una fase di stagione assolutamente positiva: dopo il gol decisivo messo a segno sabato scorso nella trasferta di Parma, l’argentino è risultato implacabile anche all'”Allianz Stadion” realizzando il rigore che ha risolto il match. Lautaro si è procurato il fallo commesso da Thurnwald, per poi freddare l’estremo difensore avversario Strebinger. Nel primo tempo i ritmi sono apparsi piuttosto compassati, soprattutto nella prima mezzora, con l’Inter che non ha affatto velocizzato la manovra. Successivamente, come descritto, il rigore concesso ai nerazzurri e il gol annullato, giustamente, al Rapid.

Leggi anche:  Navas destinato a rimanere titolare. Donnarumma spazientito

Nella ripresa, Handanovic ha sfoderato un intervento monumentale su un tentativo ravvicinato di Knasmullner, mentre la Beneamata ha flirtato con il raddoppio attraverso un’occasione capitata sui piedi di Nainggolan, il quale non ha centrato il bersaglio di un soffio. Per il resto, la banda guidata da Luciano Spalletti è apparsa estremamente concentrata, attenta in difesa e motivata nel conquistare un successo al fine di attendere con serenità la gara di ritorno, in programma giovedì prossimo, a “San Siro“.

In caso di ko si sarebbe parlato di situazione incandescente in casa nerazzurra e la “vicenda Icardi” avrebbe preso il sopravvento. Invece l’Inter ha risposto sul campo, palesando professionalità e voglia di andare avanti in Europa League. Lautaro Martinez, inoltre, si sta dimostrando un giocatore efficace su cui fare affidamento: nelle ultime nove gare, tra campionato, Coppa Italia ed Europa League, il sudamericano ha messo a segno cinque gol, rivelandosi decisivo nelle sfide in A contro Napoli e Parma, oltre a quella di ieri sera al cospetto del Rapid Vienna.

Leggi anche:  Navas destinato a rimanere titolare. Donnarumma spazientito

La situazione concernente il rinnovo ed adeguamento del contratto di Mauro Icardi andrà risolta il prima possibile, attraverso l’opera di mediazione tra entourage del calciatore e club nerazzurro, nel frattempo, però, la squadra risponde “presente“, fornendo segnali positivi per quanto riguarda determinazione e compattezza.

  •   
  •  
  •  
  •