Spagna Fisco contro i top club. Chiesto risarcimento ultra milionario

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
La-liga-image
In Spagna non sarebbero soltanto diversi giocatori a “scherzare” con il fisco
ma a cercare di aggirare le leggi in tema fiscale sarebbero anche i club della massima serie. Secondo quanto riportato da alcuni media spagnoli ci sarebbero anche i top club della Liga nel mirino dell’Agenzia delle Entrate spagnola che avrebbe scoperchiato comportamenti illeciti da parte di diverse società di calcio. Spagna Fisco,il caso – A riportare l’indiscrezione è stato El Confidencial che ha messo portato alla luce una pesante richiesta di risarcimento avanzata dal fisco spagnolo nei confronti di diversi club della massima serie del campionato spagnolo. Tra i club coinvolti vi sarebbero Barcellona, Real Madrid, Atletico Madrid, Siviglia e Valencia.  L’Agenzia delle Entrate, in particolare, avrebbe chiesto a queste società 52 milioni di euro di risarcimenti per casi di pagamenti “illegali” avvenuti tra il 2010 ed il 2012.
La ricostruzione – Secondo  El Confidencial i pagamenti in esame sono relativi a delle commissioni dei procuratori dei calciatori, che sarebbero in realtà pagamenti indiretti fatti agli stessi  giocatori, per non dichiararli nello stipendio vero e proprio e bypassare così le tasse.  La parte più consistente del risarcimento dovrebbe versarla il Barcellona,  12 milioni più 7 di ammenda, poi il Real Madrid chee dovrebbe risarcire il fisco di 11 milioni più altri cinque di ammenda, quattro più uno l’Atletico. Valencia e Siviglia devono rispettivamente 6 e 5 milioni in attesa di definire l’entità delle sanzioni.
Barcellona Fisco, i precedenti – Nell’ultimo periodo è stato il Barcellona ad essere al centro di casi legati a presunte accuse di evasione fiscale o frode, come ad esempio per la vicenda del trasferimento di Neymar dal Santos o per casi che hanno visto coinvolti giocatori che hanno militato nel club blaugrana, come Eto’o il cui caso ieri ha fatto scalpore

  •   
  •  
  •  
  •