Arabia Saudita-Egitto da record: i Faraoni entrano nella storia dei Mondiali

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
RIO DE JANEIRO, BRAZIL - JULY 13: The World Cup trophy sits on display prior to the 2014 FIFA World Cup Brazil Final match between Germany and Argentina at Maracana on July 13, 2014 in Rio de Janeiro, Brazil. (Photo by Clive Rose/Getty Images) arabia saudita-egitto

Foto originale Getty Images© scelta da SuperNews

Mondiali Russia 2018 nella storia: nella sfida dell’ultima giornata del gruppo A tra Arabia Saudita-Egitto in campo il calciatore più longevo che abbia giocato in una fase finale dei campionati del mondo.
Infatti i faraoni annoverano tra le loro fila un certo Essam El-Hadary, nato il 15 gennaio 1973, che è sceso in campo da titolare nella sfida contro l’Arabia Saudita alla “sonora” età di 45 anni e 161 giorni.
El-Hadary, portiere dell’Egitto dal 1996, vanta ben 158 presenze e con la sua Nazionale ha vinto addirittura 4 Coppe d’Africa.
Il portiere dei faraoni ha battuto il record detenuto da un altro portiere, il colombiano Faryd Mondragon, che il 24 giugno 2014 scese in campo nei minuti finali di Colombia-Giappone con la considerevole età di 43 anni e 3 giorni. Nella circostanza, l’estremo difensore dei cafeteros Mondragon batté il record precedente del camerunense Roger Milla, che il 29 giugno 1994 giocò nel match dei Mondiali in USA Russia-Camerun all’età di 42 anni e 133 giorni.
Lo stesso Milla vanta anche il record dei calciatore più vecchio ad aver segnato in una fase finale dei Mondiali.
Al terzo posto di questa particolare classifica, si posiziona un certo Pat Jennings che giocò la sua ultima partita in Nazionale il giorno del suo 41esimo compleanno ma non fu un gran bel pomeriggio per lui dato che il Brasile si impose per 3-0 contro l’Irlanda del Nord grazie alle reti di Careca (2) e Josimar.
Il nostro Dino Zoff inoltre detiene il record del calciatore più longevo ad aver giocato una finale dei Mondiali: era l’11 luglio 1982 e il portiere dell’allora Nazionale italiana scese in campo nella sfida contro la Germania Ovest all’età di 40 anni e 133 giorni.

  •   
  •  
  •  
  •