Egitto, Mido si candida per sostituire Salah:”Cuper, portami in Russia”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

(Photo by Tony Marshall/Getty Images)

Mido, provocazione e candidatura per i Mondiali? Ha smesso di giocare nel 2012, ma non avrebbe un’età da pensione visto che ha 35 anni. Dopo aver perso, parola sua, 37 chili, ha offerto il suo aiuto a mister Cuper in vista del Mondiale di Russia 2018: “So che sei alla disperata ricerca di un attaccante, io sono disponibile”. Tutto nasce dall’infortunio di Salah, durante la finale di Champions League e lui prova a dare una mano. Il soggetto in questione è Hossam Mido, ex attaccante di Ajax, Roma e Tottenham. Attivissimo sui social, ha provato a fare un po’ di fiducia all’ambiente egiziano candidandosi per andare in Russia:”Ho perso 37 chili e ne ho altri 15 da smaltire. Grazie a tutti quelli che mi hanno criticato, a quelli che mi hanno schernito: hanno cambiato la mia storia e il mio stile di vita aiutandomi a tornare ad aver cura di me stesso. Grazie a chi mi ha aiutato a intraprendere di nuovo il mio viaggio”.

Parole che devono essere preso per quello che sono, una provocazione. Mido ora fa il commentatore tv e l’allenatore, anche se questa carriera non è ancora decollata. In Egitto è una vera e propria celebrità anche grazie ai social. Un grande talento che non ha saputo esprimersi ai livelli migliori. Compagno di Ibrahimovic all’Ajax, poi Mido ha avuto anche una fugace apparizione nella nostra serie A. Stagione 2004/2005, la Roma lo prende per farlo giocare attaccante al fianco di Totti e Cassano. Poche presenze, pochissimi gol e tante voci sulla sua vita notturna romana. A 35 anni avrebbe potuto giocare davvero il suo primo mondiale, ma chi è causa del suo mal pianga sé stesso.

Mido non serve, Salah verso il pieno recupero

Mido, solo una provocazione. Hector Cuper potrà solo sorridere per la richiesta di convocazione da parte di Mido. Anche perché il tecnico argentino confida sempre di più per il recupero di Momo Salah. L’ex Roma e Fiorentina procede nel suo recupero dall’infortunio alla spalla subito contro il Real Madrid. Il debutto mondiale dell’Egitto è previsto per il 15 giugno, contro l’Uruguay. Difficile capire se Salah possa essere disponibile per quella partita, più che facile che lo sia per la seconda partita del girone.

Filtra ottimismo dalla nazionale egiziana, che sta cercando di recuperare il suo giocatore più forte. Tutta la nazione segue con ansia l’evolversi delle condizioni di Salah. Il bomber in patria è una vera e propria celebrità, sarebbe un vero peccato non vederlo in campo ai Mondiali. Anche perché agli ottavi di finale, in caso di qualificazione, l’Egitto si incrocerà con il gruppo B. Un raggruppamento che include anche la Spagna di Sergio Ramos. Magari in Russia ci potrà essere l’opportunità di una immediata occasione di rivincita contro il difensore del Real Madrid. Nel calcio tutto è davvero possibile.

  •   
  •  
  •  
  •