Mondiali 2018, Russia e Svizzera le nazionali sorpresa della fase a gironi

Pubblicato il autore: Mario Puzzilli Segui
ROSTOV-ON-DON, RUSSIA - JUNE 17: Steven Zuber of Switzerland celebrates with team mates Fabian Schaer and Manuel Akanji after scoring his team's first goal during the 2018 FIFA World Cup Russia group E match between Brazil and Switzerland at Rostov Arena on June 17, 2018 in Rostov-on-Don, Russia. (Photo by Kevin C. Cox/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Neanche i più fiduciosi e i tifosi stessi avrebbero pronosticato che dopo due partite  Russia e Svizzera sarebbero stato le sorprese della fase a gironi dei Mondiali 2018.

Il loro è un gioco semplice , tanta corsa, sacrificio unito alla modestia di tutta la squadra e il sapersi aiutare nei momenti difficili della partita. La Russia, nazione ospitante della competizione, ha dimostrato che con un gioco di squadra e affiatamento si può tentare di andare lontano nonostante le amichevoli di avvicinamento avevano messo in luce più di qualche problema. La federazione ha lasciato lavorare in pace l’allenatore e il suo staff convinto del buon lavoro che stavano svolgendo e finora le attese sono state ripagate.

Per la  Svizzera il discorso è diverso da quello della Russia. Gli elvetici avevano ben figurato nel girone di qualificazione al Mondiali ma questo non aveva tolto un certo scetticismo  sulla reale forza della squadra di mister Petkovic  che ha dalla sua la gran forza di carattere e i modi di fare d’altri tempi. Oltre a questo, la rosa della Svizzera ha più di qualche freccia buona da scoccare come il centrocampista dell’Arsenal Xhaka, il milanista Rodriguez e il sorprendente centrale Akandji.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: