Qatar 2022: dai divieti per i tifosi USA ai supporter fake

Pubblicato il autore: Enzo Palo

qatar 2022
Qatar 2022 è l’evento del momento destinato a catalizzare l’attenzione mondiale almeno fino al 18 dicembre. Tra nazionali che dimenticano le maglie da gioco a casa e Presidenti che volano nella penisola araba per veder giocare i figli, ci sono anche molti divieti per i tifosi che seguiranno da vicino i loro beniamini nelle partite di Coppa del Mondo.

Il vademecum dell’ambasciata USA

La nazionale a stelle e strisce debutterà contro il Galles e in occasione del match è previsto l’arrivo di molti supporter americani a Doha. Per questo motivo l’ambasciata USA in Qatar ha realizzato un vero e proprio vademecum da rispettare. Balza all’occhio il focus sulle abitudini sessuali, nella nota si legge: “I rapporti sessuali al di fuori del matrimonio sono illegali in Qatar. Pertanto, le donne incinte devono presentare un certificato di matrimonio per ricevere cure prenatali presso strutture mediche in Qatar. Le donne incinte non sposate e le vittime di violenza sessuale dovrebbero consultare l’ambasciata degli Stati Uniti prima di proseguire le cure”.
L’ambasciata USA invita gli americani a evitare “proteste, assembramenti, critiche al governo del Qatar, proselitismo religioso, professione di ateismo, critiche all’Islam possono essere perseguite penalmente“. Inoltre si pone l’accento anche sul look, non a caso “molte aree pubbliche hanno codici di abbigliamento che richiedono che uomini e donne coprano spalle, petto, pancia e ginocchia e che i leggings attillati siano coperti da una camicia o un vestito lungo. Questi standard di abbigliamento possono variare tra quartieri e strutture”.
Attenzione anche a festeggiare la vittoria, infatti mostrarsi ubriachi in pubblico “può causare conseguenze legali”. Infine per i viaggiatori LGBTQI+ esiste un vademecum a parte visto che l’omosessualità è criminalizzata in Qatar.

Leggi anche:  Olanda-Argentina, dove vedere quarti di finale Mondiali Qatar 2022 LIVE: diretta TV, streaming e orario

Qatar 2022: l’accusa dei tifosi fake

Alcuni addetti ai lavori hanno accusato il governo della penisola araba di pagare dei tifosi fake per supportare le squadre. Questo perché essendo un mondiale ‘invernale’ non tutti i sostenitori delle proprie nazionale riescono a volare in Qatar, vuoi per lavoro o per altri impegni. Il Comitato organizzatore del Mondiale in Qatar 2022 ha ovviamente respinto le accuse, dichiarando: “I tifosi di tutto il mondo hanno recentemente contribuito all’atmosfera locale, organizzando passeggiate e sfilate e accogliendo le varie squadre nazionali all’arrivo nei loro hotel. Numerosi giornalisti e commentatori sui social media si sono chiesti se si trattasse di fan ‘veri’. Respingiamo completamente queste affermazioni, che sono sia deludenti che non sorprendenti”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: