Watford-Southampton 2-2, pareggio incoraggiante per i londinesi

Pubblicato il autore: Lina Pao

Risultati Premier League
Le coppe hanno il loro fascino, la loro magia. Alcuni tifosi li considerano poca cosa: i supporter dei big sognano la Champions o almeno l’Europa League. Ma più piccolo e’ il club, più grande diventa la voglia di fare bene nelle coppe. I motivi ci sono tanti: non solo i soldi, ma anche l’attenzione dei media, l’occasione di mettersi sotto i riflettori e’ – perche’ no? – di provare a strappare una clamorosa vittoria o forse un titolo da qualche squadra molto piu’ grande e blasonata.

Ne capitava al Watford prima, ne e’ capitato al Nottingham Forest nella FA Cup attuale e poteva capitare anche al Bristol City, pero’… il Watford non e’ una grandissima squadra e quindi non puo’ permettersi qualsiasi disattenzione o mancanza di rispetto all’avversari. E questa partita l’ha infatti vinto, quasi senza difficolta’, quasi senza dubbio.Pero’, tra qualche giorno nell’ennesima giornata del campionato sembrava tutto di nuovo a posto, i.e. tutto male, molto male. Sicuramente, il Southampton non e’ il Bristol City, ma 2-0 dopo il primo tempo in casa (una doppietta di Ward-Prowse) era davvero un po’ troppo, anche se siamo stati gia’ abituati alle sconfitte degli Hornets (sia a casa che in trasferta) da qualche settimana.

Dopo la partita della coppa, Marco Silva parlava del rispetto per i propri tifosi, dicendo che per questo il Watford non poteva perderla… E nel campionato, quindi, non c’e’ nessun rispetto per i tifosi e si puo’ accettare l’ennesima sconfitta? Per fortuna, Silva ha capito che non e’ possibile semplicemente arrendersi. Il tecnico ha trovato le parole giuste e ha fatto i suoi cambiamenti. E il Watford e’ stato davvero cambiato, sembrava un’altra squadra – ha cominciato a correre, a pressare e a creare ed e’ stato premiato con il gol di Andre Gray, uno dei migliori giocatori del Watford a questo punto della stagione. Con Troy Deeney recuperato e ritrovato I gialloneri mantenavano il pressing fino alla fine, quando e’ arrivato il gol di Abdoulaye Doucoure’… irregolare (ha toccato il pallone con la mano) ma comunque validato dal referee. Una svista arbitrale che Marco Silva ha considerato “the luck of the draw” (“il favore della fortuna”). Per essere onesti, il Watford questo pareggio l’ha davvero meritato, ma si puo’ capire l’amarezza dell’allenatore di Saints Mauricio Pellegrino. Nella Premier il VAR non e’ ancora applicato, altrimenti il gol del pareggio, di sicuro, non sarebbe stato validato.

Insomma, il Watford ha guadagnato un buon punto, tornando ad essere il Watford (parole e musica di Marco Silva), ma le prossime gare saranno ancora più difficili, tutte e due in trasferta: contro il Leicester City nel campionato e contro lo stesso Southampton nella coppa. Vedremo cosa sara’, ma prevedo purtroppo una sconfitta a Leicester… e forse qualcosa di buono a Southampton, sperando in un colpo di magia delle coppe. E nel rispetto per se stesso, se non per i tifosi.

  •   
  •  
  •  
  •