Atalanta-Roma: probabile divieto per tifosi giallorossi. Il comunicato UTR

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

CurvaSud
Sembra che l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive abbia demandato al CASMS la possibilità di vietare la trasferta di Bergamo ai supporter romanisti, in occasione della partita Atalanta-Roma che si svolgerà il prossimo 17 aprile allo stadio Atleti Azzurri d’Italia. Per i tifosi capitolini sarebbe il secondo stop stagionale, dopo quello subito al San Paolo di Napoli. A tal merito l’Unione dei Tifosi Romanisti, organizzazione che fa da collante tra la maggior parte dei club giallorossi, ha espresso il proprio dispiacere attraverso un comunicato che riportiamo e con il quale tenta di convincere l’organo ministeriale a tornare sui suoi passi nel rispetto dei tifosi della Roma. Va ricordato come l’UTR non faccia riferimento, di contro, a nessun gruppo organizzato del tifo romanista. Così come va ricordato quanto, durante questa stagione, lo stesso Osservatorio abbia punto, spesso eccessivamente, la tifoseria atalantina, bloccando la vendita di biglietti per la Curva Nord in diverse occasioni e stigmatizzando comportamenti che, alla lunga distanza, si sono dimostrati di natura infondata rispetto a come riportati da media nazionali e istituzioni locali.

Leggi anche:  Mercedes, Wolff: "Congratulazioni ad Hamilton per la sua vittoria numero 100"

“Con riferimento alle notizie relative al provvedimento dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive con il quale è stato rimesso al Comitato Analisi Studio Manifestazioni Sportive la proposta di divieto ai tifosi romanisti di assistere alla partita Atalanta – Roma del 17.4.2016, l’UTR esprime tutto il proprio sdegno nel vedere ancora una volta calpestati i più elementari diritti civili dei tifosi della Roma.
L’eventuale decisione di divieto, causata dalle reiterate intemperanze dei tifosi orobici, di fatto premierebbe comportamenti che dovrebbero invece essere repressi e controllati in sede locale.
Ciò a danno dell’AS Roma privata ingiustamente del sostegno dei suoi appassionati sostenitori.
Si invita pertanto con forza l’Osservatorio Nazionale e il CASMS a riesaminare la posizione per garantire un corretto e sportivo svolgimento della gara in questione e del campionato.

Unione Tifosi Romanisti”

La Roma sarà impegnata domenica prossima nel derby della Capitale. Una delle stracittadine più tristi degli ultimi anni, con le gradinate che difficilmente vedranno presenti più di 20.000 spettatori. Il punto più basso del calcio romano, con tutta probabilità. Eppure a nessuno sembra importare e, anzi, si continua a vietare su basi discriminatorie e anticostituzionali.

Leggi anche:  Capello sul Napoli: "Ha dimostrato di essere squadra. Sarà difficile raggiungerlo"
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,