Icardi : “Segnare alla Juve è bellissimo”. Dimenticati tutti i malumori estivi

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

interMauro Icardi il giorno dopo la vittoria dell’Inter contro la Juventus è il ritratto della felicità. Messi alle spalle i “malumori” estivi l’attaccante e capitano nerazzurro ha  parlato delle sensazioni provate ieri dopo il gol segnato alla Juventus ( tra le sue “vittime” preferite) e del suo rapporto con Milano e con l’Inter  che sembrava nei mesi scorsi essere un po in crisi. Il tempo dei tweet criptici della moglie Wanda Nara e dei problemi legati al rinnovo del contratto sembra essere ormai passato e per Icardi l’unico obiettivo da raggiungere è quello di fare bene con la maglia nerazzurra dell’Inter.

“Il mio compito è quello di fare gol e devo continuare a farlo – ha dichiarato Icardi -. Segnare alla Juventus è sempre bello. Farlo con la maglia dell’Inter però trasmette sensazioni diverse rispetto a quello provate con la maglia della Sampdoria. Segnare nel derby d’Italia è sempre importante ed è una bellissima soddisfazione”.

Leggi anche:  Inter, Lukaku: "Non siamo una grande squadra"

Icardi ha elogiato la prestazione di ieri di tutta la squadra protagonista, secondo l’attaccante nerazzurro, di una delle migliori prestazioni da quando l’argentino indossa la maglia dell’Inter.

“Ieri tutti hanno fatto una partita fantastica, abbiamo lottato ed alla fine questo atteggiamento ha pagato. Da quando sono qua le uniche altre partite che ho visto a questi livelli sono state quelle dello scorso anno in Coppa Italia contro la Juve e poi quella contro il Napoli a San Siro nella passata stagione”.

Infine un ritorno al passato per Icardi che è tornato a parlare del suo possibile addio all’Inter che sembrava molto vicino in estate.

“Se in estate ho pensato di andare via? La società in estate ha fatto grandissimi investimenti portando giocatori di qualità e questo è un vantaggio anche per me. Io voglio vincere con questa maglia, voglio restare qua, mi trovo bene in città e non ho mai pensato di lasciare questa squadra. Io non so se posso considerarmi il trascinatore di questa squadra ma lo devono dire i fatti. Ci sono tanti attaccanti migliori di me ( la moglie Wanda Nara dopo la gara con la Juventus lo ha definito il miglior 9 del mondo) e devo sempre cercare di migliorare..

Leggi anche:  Ziliani: "Marotta scodinzola dietro Conte temendo le sue sbroccate. Gli chieda piuttosto..."
  •   
  •  
  •  
  •