Serie A, Cronaca partita ed Highlights Crotone – Atalanta

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Crotone-AtalantaVince con merito lo scontro salvezza l’Atalanta di Gasperini che a Pescara batte per tre a uno il Crotone. Troppo arrendevole la formazione calabrese che ha subito la maggiore incisività ed organizzazione dei bergamaschi che già nei primi 45 minuti di gioco hanno messo in discesa la gara con le reti di Petagna, Kurtic e Gomez. Nella ripresa espulso Kessiè e gol della bandiera calabrese messo a segno da Simmy.
Subito pronti – via e l’Atalanta fa capire che per il Crotone sarà una serata molto difficile. E’ l’attaccante Petagna, preferito a Paloschi e Pinilla, trovare al secondo minuto la rete del vantaggio orobico. Pallone filtrante per l’attaccante bergamasco , la difesa del Crotone si fa trovare impreparata e Petagna trafigge Cordaz per l’uno a zero dell’Atalanta. La reazione del Crotone non arriva ed i bergamaschi hanno controllato il gioco lasciando il possesso del pallone ai calabresi per colpire in contropiede. La formazione di Nicola ha palesato grandi difficoltà nel creare occasioni pericolose dalle parti di Berisha, rimasto inoperoso per tutto il primo tempo. L’Atalanta ha invece creato grosse difficoltà ai calabresi grazie alla vivacità di Gomez che ha sfiorato il gol a metà primo tempo dopo un’incursione di Kessiè. Il tiro a porta sguarnita dell’argentino ha trovato la respinta sulla linea di porta di un difensore del Crotone. Il due a zero dell’Atalanta è arrivato  al 40esimo  con Kurtic che, su azione di calcio d’angolo, ha sfruttato l’uscita a vuoto di Cordaz depositando il pallone in rete con il petto. L’unico squillo di un certo rilievo del primo tempo il Crotone lo ha prodotto con un diagonale di Trotta che si è perso di poco sul fondo. Il primo tempo “horror” del Crotone si è chiuso con il terzo gol subito dalla squadra di Nicola con Gomez che al 46esimo ha trafitto con una pregevole conclusione dalla distanza l’estremo difensore calabrese.

Nella ripresa i ritmi sono calati complice un atteggiamento ovviamente remissivo dell’ Atalanta che ha agevolmente controllato la gara e l’incapacità della formazione di Nicola di rendersi pericolosa. Poche le emozioni nella ripresa, caratterizzata invece da un “discreto” nervosismo. A farne le spese è stato il centrocampista dell’Atalanta Kessiè, espulso per un duro intervento in gioco pericolo su un giocatore del Crotone. Ma anche in superiorità numerica il Crotone non ha dato mai la sensazione di provare a riaprire la gara  e soltanto nei minuti finali ha spinto sull’acceleratore trovando il gol della bandiera, all’86esimo, con Simmy.

Highlights Crotone – Atalanta

  •   
  •  
  •  
  •