German Denis cuore diviso a metà: “Atalanta-Napoli, che partita!”

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui

napoli-atalanta
Ve lo ricordate German Denis? L’attaccante argentino classe ’81, ex di Atalanta e Napoli, è intervenuto a parlare proprio della sfida tra le sue vecchie società che andrà in scena il prossimo weekend allo stadio Atleti Azzurri d’Italia. Un amore per Bergamo e Napoli che non è finito dopo aver lasciato i due club e che anche adesso, in vista del suo personalissimo derby non lo lascia per nulla indifferente. 13 i gol segnati con la maglia partenopea in due stagioni, ben 56 le reti invece siglate con la maglia dell‘Atalanta in circa cinque anni.
Nell’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno, Denis analizza il momento delle due squadre, fa il suo pronostico sulla partita e si sofferma in particolar modo sulla stagione del Napoli, secondo lui pronto per vincere lo scudetto.

Leggi anche:  Serie A, si riparte subito: panoramica sul quinto turno, big match Fiorentina-Inter

German “El Tanque” Denis su Atalanta-Napoli

2-2. Secondo El Tanque Denis Atalanta-Napoli finirà con un pareggio spettacolare: “E’ una sfida aperta a qualsiasi risultato. Entrambe hanno la caratteristica di verticalizzare il gioco e le azioni. Il Napoli forse è più spettacolare, l’ Atalanta è la squadra più efficace. Viene da risultati importanti e punta dritto all’Europa, obiettivo che può facilmente raggiungere se continua a giocare in questo modo. Per chi tiferò? Se dovessi dare il risultato del cuore proporrei un 2-2 spettacolare ed emozionate”.

Sulla seconda parte della stagione di Serie A, l’attaccante ora in forza al Lanus, parla apertamente di scudetto consacrando il Napoli e l’operato delle ultime stagioni: “Se è l’anno giusto per il tricolore? Credo proprio di si, bisognerà avere continuità di rendimento nel girone di ritorno. Lo scudetto sarebbe il meritato premio per il lavoro svolto in questi anni dalla società. Non oso immaginare cosa succederebbe in città se si dovesse vincere lo scudetto“.
Denis ha poi concluso l’intervista ironizzando sul suo futuro. 36 anni ma con ancora tanta voglia di giocare e fare gol, ecco che l’attaccante si propone alla squadra di De Laurentiis: “A Napoli ho lasciato il cuore, ho tanti amici e soprattutto bei ricordi. Tornerei di corsa, anche ora. Sto bene fisicamente, mi accontenterei anche di fare il vice-Mertens, un giocatore straordinario“.

  •   
  •  
  •  
  •