Caldara come Chiellini, dalla serie A alla laurea

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

MILAN, ITALY - DECEMBER 23: Josip Ilicic (4nd L) of Atalanta BC celebrates his goal with his team-mates during the serie A match between AC Milan and Atalanta BC at Stadio Giuseppe Meazza on December 23, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)Mattia Caldara prenderà parte a Luiss Sport Academy, il programma per i grandi atleti che decidono di investire sul proprio futuro fuori dai campi di gioco e che consente di associare un`attività formativa universitaria di alto livello alla pratica sportiva agonistica grazie all’assegnazione di borse di studio per merito. La mission di Luiss Sport Academy è quella di offrire agli studenti-atleti l’orientamento per le loro scelte accademiche, consentendo di affrontare al meglio la carriera sportiva e quella universitaria. Il progetto mira a introdurre in Italia il modello della Dual Career, già radicato nei college statunitensi e anglosassoni. Caldara studierà grazie alla collaborazione tra l`Università e Gr Sports Agency, la società fondata dal procuratore Giuseppe Riso che cura gli interessi e gestisce l’immagine del giovane difensore della Nazionale Under 21, di proprietà della Juventus, ma rimasto in prestito ai bergamaschi.

Caldara tra Juventus e studio

Il giocatore frequenterà, a partire da settembre, il corso di Laurea Triennale in Economia e Management alla LUISS di Roma. “Noi calciatori – ha detto Caldara – abbiamo molto tempo libero, o la mattina o il pomeriggio. La Luiss Sport Academy mi ha dato questa opportunità, non vedo l’ora di iniziare con la Luiss e il prossimo anno con la Juventus. Devo andare a Torino con la consapevolezza che devo migliorare e cercare di copiare da giocatori come Barzagli e Chiellini che hanno fatto e stanno facendo la storia della Nazionale. Ci vorrà un po’ di tempo per adeguarmi, anche a livello mentale, ma sono molto determinato e spero di adattarmi il prima possibile per aiutare la Juve a fare sempre bene. So quanto sarà dura e difficile ma devo rimanere sereno e intraprendere questo percorso con la giusta determinazione. Credo che questa esperienza di studio possa aiutarmi a crescere come persona. Devo dimostrare ogni domenica il mio valore. Alla mia età è importante puntare su altro oltre che sullo sport, perché la vita del calciatore è breve. Non vedo l’ora di iniziare alla LUISS a settembre. Leggo molto: aiuta a concentrarmi sul campo. Però tra 110 e lode e la vittoria ai mondiali da titolare, ovviamente sceglierei la vittoria ai mondiali”.

Caldara sulle tracce di Chiellini

All’incontro sono intervenuti Giovanni Lo Storto, Direttore Generale LUISS, per il quale “Caldara come già in passato Chiellini ha una grande responsabilità, è all’interno di uno sport che fa emozione nel Paese, i nostri ragazzi emulano i calciatori. Mattia ha deciso di mettersi in gioco in modo pesante e ha deciso di farlo qui alla Luiss”. Per Luigi Abete, Presidente Associazione Sportiva LUISS “Lo sport è amicizia, partecipazione e rispetto per l’avversario. Questa testimonianza di oggi è una pietra ulteriore da aggiungere al percorso della nostra Università. Ringraziamo Mattia Caldara per averci scelto”. All’incontro sono intervenuti inoltre Roberto Pessi, Prorettore alla Didattica LUISS per il quale “L’università è un momento di crescita e proiezione verso il futuro ed è possibile conciliare lo sport con lo studio. Vedere i nostri ragazzi portare il nome della #LUISS nel mondo sportivo è la realizzazione di un sogno”; Paolo Del Bene, Direttore Associazione Sportiva LUISS: “Qui alla LUISS c’è cuore e sentimento ed è per questo che è un esempio positivo da seguire. Auguro a Mattia Caldara di proseguire sulle orme degli altri studenti-atleti della LUISS” e Giuseppe Riso, Amministratore Unico Gr Sports Agency

  •   
  •  
  •  
  •