Fiorentina-Juventus, Allegri: “A Firenze con i titolari. Si entra nel vivo”

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Massimiliano Allegri head coach of Juventus FC looks on during the serie A match between Juventus and AS Roma at the Alliannz Stadium on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Vigilia di campionato per i bianconeri di Massimiliano Allegri attesi domani sera al Franchi per il match Fiorentina-Juventus. “Sarà un match difficile, loro vengono da una grande partita – ha detto il tecnico della Vecchia Signora in conferenza stampa- hanno una grande squadra in crescita. Sono secondi per tiri in porta. “Dobbiamo pensare solo a domani, perché per uscire da Firenze con i tre punti bisogna fare una partita seria, poi ci riposeremo, recupereremo e penseremo al Tottenham”.

Fiorentina-Juventus porta nel vivo della stagione

Si apre una fase importante della stagione: “Entriamo nel vivo – continua Allegri In campionato mancano 15 partite, martedì abbiamo il primo match da dentro e fuori per la Champions, poi con l`Atalanta ci giochiamo la finale. È un bel periodo e dobbiamo viverlo al meglio. Domani andrà in campo la formazione migliore e dobbiamo vincere, poi penseremo a creare le basi per passare col Tottenham. Domani dobbiamo avere la capacità di rimanere in scia al Napoli. Le ultime 15 partite saranno difficili, credo la quota scudetto scenderà. Gioca Buffon”.  Il 18 marzo possibile snodo del campionato dopo i match contro Fiorentina, il derby e altro: “Probabile, ma il campionato si deciderà il 20 maggio, questo è poco ma è sicuro”.

La sfida a distanza con Sarri

Non manca la sfida a distanza con Sarri: “La Serie A non è come il campionato tedesco – risponde al tecnico napoletano – C’è un bel duello tra Juve e Napoli, il Napoli è lì per meriti di Sarri, questo gli fa onore perché ha portato la sua squadra a grandi livelli. Sta combattendo con la Juventus che vince da 6 anni, è cambiata tantissimo, cosa che non hanno fatto loro, e lui è stato bravissimo a rifinirla e a dargli un bel gioco. Vincere non è facile: il Napoli ha concentrato tutte le forze sul campionato, sono usciti dalle altre competizioni, quindi per noi è una sfida nella sfida, sfidare noi stessi e raggiungere il settimo Scudetto che sarebbe un risultato impensabile.”.

Fiorentina-Juventus, la partita di Bernardeschi

L’ultima battuta è su Bernardeschi, ex di turno. L’attaccante di Carrara è passato la scorsa estate dalla Fiorentina alla Juventus, rivale storica dei viola: “Per lui è una partita particolare, ma credo faccia una buona partita. Io credo che lui abbia fatto una scelta professionale, non è scappato da Firenze – aggiunge Allegri – . Poi è normale che gli urleranno contro perché gioca nella Juventus e perché lo vorranno mettere in difficoltà a livello psicologico, ma Federico è molto tranquillo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Caressa: "Ecco come finiranno Juventus-Torino e Inter-Bologna"