Higuain :”Aspettavo da tempo una tripletta. Ora testa alla Fiorentina, al Tottenham ci penseremo da sabato”

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui

TURIN, ITALY - SEPTEMBER 09: Gonzalo Higuain of Juventus FC celebrates after scoring a goal during the Serie A match between Juventus and AC Chievo Verona on September 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
La Juventus spumeggiante vista contro il Sassuolo ha finalmente dimostrato, a chi la criticava (tra cui alcuni suoi stessi tifosi), che la banda di Allegri è una squadra che sa essere cinica e spietata quando serve ma che sa allo stesso tempo proporre un gioco da stropicciarsi gli occhi. Tra i protagonisti si segnala senza dubbio Gonzalo Higuain, autore della sua prima tripletta in bianconero, che gli permette di raggiungere quota 49 gol in 87 apparizioni con la casacca della Juventus. Il Pipita sembra aver ritrovato finalmente la forma dei tempi migliori, sbloccandosi contro il Chievo Verona dopo un digiuno di sei partite e dimostrandosi sempre più leader dell’attacco in assenza del compagno Paulo Dybala.

“Aspettavo da tempo una tripletta, sono molto contento”- Il numero 9 è stato intervistato oggi dal canale ufficiale bianconero in merito alla grande prestazione sua e della squadra contro la formazione neroverde. “Avevamo preparato la partita in modo da pressarli dal calcio d’inizio: Allegri ci ha ordinato di aggredirli da subito perchè sono una squadra molto tecnica, ma segnare quattro gol nel primo tempo ci ha facilitato il compito. Manca ancora tanto alla fine del campionato, ma la strada è quella giusta e stiamo crescendo giorno dopo giorno”. Soffermandosi sulle sue tre reti ha dichiarato :”Aspettavo da tempo una tripletta con la Juventus. Ho realizzato tante doppiette, ma fare tre gol è qualcosa di speciale, sono molto contento e spero non sia l’ultima volta che accade.” Poi i complimenti al compagno Marchisio, rientrante ieri e subito autore dell’assist che ha portato al secondo gol dell’argentino :”Mi piace molto quando i centrocampisti mi fanno arrivare palloni come quello, splendido, di Marchisio sul mio secondo gol. Quando ti si presentano davanti certe occasioni devi solo spingere la palla dentro”.

Leggi anche:  Dybala come Ronaldo: maniaci del perfezionismo

La lotta scudetto- Erano immancabili poi le domande sulla lotta scudetto che vede la sua Juventus duellare contro il Napoli, sua ex squadra. Higuain ne parla così :”Manca ancora molto alla fine. Sarà importante la gara di venerdì su un campo difficile come quello della Fiorentina. Pensare alla gara col Tottenham sarebbe un grave errore, on possiamo assolutamente permetterci cali di concentrazione. Concentrazione, cattiveria e senso di responsabilità sono le tre cose principali dietro i nostri successi. Mancano ancora molte gare alla sfida con il Napoli, non possiamo permetterci di perdere punti. Quest’anno più che mai è importante pensare partita per partita”.

La sfida con il Tottenham- Il discorso si è poi chiuso parlando della sfida che vede la Juventus opposta agli inglesi del Tottenham negli ottavi di Champions League :”Penseremo a questa gara a partire da sabato, prima c’è il campionato. In competizioni come la Champions, comunque, cambia poco giocare la prima gara in casa o in trasferta, l’importante è cercare di far gol e di mantenere la rete inviolata, per poi giocarcela in casa loro”.

Leggi anche:  Juventus-Dybala: "É anche superfluo parlare di contratti per questa persona". La Joya è finita

Allegri conta su di lui- Vista l’assenza di Dybala e il dubbio Douglas Costa, contro la Fiorentina Allegri si aggrappa all’argentino e a Mandzukic per cercare di portare a casa il bottino pieno, permettendo alla Vecchia Signora di continuare il duello a distanza con il Napoli. Ora più che mai il Pipita deve caricarsi la squadra sulle spalle.

  •   
  •  
  •  
  •