Infortuni in casa Juve : Dybala “vede” il Tottenham, Douglas Costa titolare a Firenze. Matuidi : fuori un mese

Pubblicato il autore: Carlo Pranzoni Segui
TURIN, ITALY - SEPTEMBER 20: Paulo Dybala of Juventus FC in action during the Serie A match between Juventus and ACF Fiorentina on September 20, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La sua assenza si è notata poco da quando è uscito nei primi minuti della ripresa della sfida contro il Cagliari, ma, per Allegri e i tifosi, Paulo Dybala resta uno dei titolari imprescindibili della Juventus. Un inizio di stagione scoppiettante, con una decina di gol nelle prime uscite a conferma che la maglia numero 10 è finita sulle spalle del ragazzo giusto. Poi il calo improvviso. I rigori sbagliati contro Atalanta e Lazio che fanno perdere punti importanti ai bianconeri, le panchine contro Inter e Roma, i gol che faticano ad arrivare e le voci di mercato che lo volevano lontano da Torino sempre più insistenti. Poi è arrivata come una manna dal cielo la partita di Verona, dove l’argentino con una doppietta permette alla sua squadra di portare a casa i tre punti e sembra di nuovo pronto a prendersi la scena. Infine, come detto prima, arriva l’infortunio a Cagliari, con Allegri che, dovendo fare a meno dell’ex Palermo, si aggrappa sempre più a Higuain, ormai leader nello spogliatoio, che trascina la Vecchia Signora a vittorie importanti come quella di Bergamo in coppa Italia. Però, il solo Higuain potrebbe non bastare contro il Tottenham. C’è bisogno anche della presenza di Dybala e, per questo, lo staff medico sta provando a compiere un miracolo per averlo almeno in panchina contro gli inglesi (difficile vederlo tra i convocati contro la Fiorentina) e gli ulteriori esami che verranno effettuati in giornata diranno con esattezza i tempi del suo rientro.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo: "Senza giocatori esperti facciamo fatica"

Douglas Costa- Situazione quasi simile per Douglas Costa, con la differenza principale che il brasiliano ha molte più probabilità del compagno di partire da titolare nell’anticipo di venerdì sera al Franchi. L’ex Bayern Monaco, reduce da un infortunio al polpaccio rimediato nella gara contro gli uomini di Gasperini che lo ha reso indisponibile per la gara con il Sassuolo, ha recuperato pienamente dal suo infortunio ma, in caso Allegri dovesse decidere di risparmiarlo per averlo al massimo in Champions, ancora spazio da titolare all’ex Bernardeschi.

Matuidi- Un altro degli infortunati eccellenti in casa Juve è il mediano francese Blaise Matuidi che, “per colpa” delle sue ottime prestazioni in questa stagione, ha costretto il tecnico livornese al passaggio dal centrocampo a due a quello a tre uomini. Il suo infortunio non ci voleva, specialmente in un periodo delicato in cui si decide il destino della squadra in campionato come in Europa. Matuidi, infatti, dovrà stare fermo per almeno un mese, saltando così sfide importanti come quelle con Fiorentina, Tottenham e Lazio. Al suo posto probabile turnazione tra Marchisio, buono il suo rientro nella partita di domenica dove ha anche fornito un assist per Higuain, e il giovane Bentancur, sparito un po’ dai radar dopo le buone premesse degli scorsi mesi. Improbabile vedere da titolare Sturaro.

Leggi anche:  Criscitiello, che attacco a Pirlo: "Juve senza gioco e cattiveria. Squadra piccola contro le neo promosse"

E Cuadrado ?- Un altro degli uomini chiave della formazione piemontese, falcidiata da infortuni, è sicuramente il colombiano Cuadrado, autore di gol importanti che hanno risolto molte partite complicate. L’ex Fiorentina, dopo l’operazione a Monaco di Baviera a cui si è sottoposto negli scorsi giorni, ne avrà ancora almeno fino a fine marzo, quando tornerà finalmente disponibile per essere convocato.

  •   
  •  
  •  
  •