Inter-Bologna, imperativi vittoria per i nerazzurri senza i tre punti da due mesi

Pubblicato il autore: salvsaulle Segui

MILAN, ITALY - NOVEMBER 05: FC Internazionale Milano fans show their support prior to the Serie A match between FC Internazionale and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 5, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )
Siamo arrivati alla 24.a giornata di Serie A che vedrà scendere in campo un’ osservata speciale, ossia, l’ Inter di Spalletti a cui da molto tempo manca la vittoria. Questo pomeriggio vincendo, potrebbe avere l’ ottima occasione di agganciare il terzo posto superando di un punto la Lazio di Simone Inzaghi, che ieri sera nell’ anticipo serale contro un Napoli straripante, ha rimediato una sconfitta pesantissima di 4-1. Con il risultato di ieri sera la Lazio, che con l’ Inter e la Roma lotta per il terzo posto, ha confermato la crisi che dalla sconfitta contro il Milan in campionato l’ ha travolta. L’ Inter, a questo punto, davanti ad un San Siro sempre presente in qualità di pubblico, non deve far altro che mostrare quella personalità che tanto è mancata nelle ultime apparizioni.

Leggi anche:  Champions League 2020/21, le probabili formazioni della quinta giornata e statistiche

Eì proprio Luciano Spalletti a suonare la carica durante la conferenza stampa di vigilia, dove ha chiesto pubblicamente al gruppo di invertire la rotta una volta per tutte, con una prestazione di carattere e di cattiveria agonistica, così da spazzare via questo blocco psicologico dovuto ad un lungo filotto di sconfitte. Tra gli 11 titolari non troveremo per la seconda partita di fila il capitano Mauro Icardi, che è ancora alle prese con l’ infortunio rimediato in allenamento. In avanti rivedremo titolare Eder, anche per le poche alternative di ruolo a disposizione. Per gli esterni, Perisic e Candreva potrebbe essere l’ ultima chiamata da parte del mister che da loro chiede più incisione e dinamismo proprio come nella prima parte di stagione. Dovrebbe essere tutto invariato nelle altre posizioni del campo, ma occhio alla sorpresa Rafinha dal primo minuto, che lo stesso Spalletti non ha escluso, per cercare di innescare gli attaccanti e dare più imprevedibilità alla manovra d’ attacco con le sue giocate.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,