Roma-Milan,pagelle: Kolarov è un disastro, Calabria-Cutrone i migliori acquisti rossoneri.

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui


Ci si aspettava una reazione d’orgoglio dalla Roma, dopo il brutto secondo tempo contro lo Shaktar, ma una prestazione parecchio deludente regala la vittoria per 0-2 al Milan di Gattuso, al dodicesimo risultato consecutivo, che continua a rilanciarsi per la corsa Champions. Ecco le pagelle delle due squadre.

Alisson: non manca mai nelle prestazioni e lo fa anche stasera con una buona parata sul tiro incrociato di Kalinic, ma poco può fare sulle falle difensive della Roma. Voto 6.

Bruno Peres: ennesima brutta prova in una stagione con tanti bassi. Il Milan lo costringe a tanta fase difensiva, da terzino è impacciato, sbaglia i tempi, forse non è proprio il suo ruolo. Voto 5.

Manolas: dopo essersi perso Ferreyra in Champions, si perde anche Cutrone sul primo gol rossonero. Incarna alla perfezione lo scarso momento della fase difensiva della Roma. Voto 5.

Fazio: guarda inerte Calabria che gli sfreccia davanti, lasciando un corridoio verso la porta di Alisson. Voto 5.

Kolarov: il giocatore della prima parte di stagione è completamente uscito dai radar. Non azzecca nulla, tanti errori di impostazione, cross sballati, dulcis in fundo lascia a Suso la libertà di mettere dentro il gol dello 0-1. Peggiore partita stagionale. Voto 4.5.

Leggi anche:  Record Immobile, ecco tutti i primati di Re Ciro con la maglia della Lazio: e c'è Piola nel mirino

Pellegrini: la buona volontà non manca, ma fa troppo poco per imporsi nel centrocampo. Voto 5.5.

Strootman: è completamente soggiogato dai tre centrocampisti del Milan e quando ha qualche pallone da giocare lo sbaglia pure. Niente di nuovo in una stagione molto poco esaltante. Voto 5.

Nainggolan: è il primo cambio di Di Francesco e questo la dice lunga su quello che il Ninja sta vivendo. Tanti errori tecnici, mai uno spunto, avrà perso la spada da guerriero? Voto 5.

Under: è eclissato da Rodriguez, tuttavia ha qualche sporadica occasione di mettersi in mostra, a certificare che la classe c’è ma per partite del genere meglio riparlarne tra qualche tempo. Voto 5.5.

Perotti: primo tempo di buona intensità, anche se il suo compagno di fascia, Kolarov, non lo supporta a dovere. Nel secondo invece si smarrisce totalmente, come spesso gli accade in questa stagione da tante ombre e pochissime luci. Voto 5+.

Schick: il meno peggio della Roma: tanto sacrificio per la squadra e anche un paio di spunti buoni, ma inutili se il resto della squadra non gira. Voto 6-.

Dzeko: è chiamato a risollevare i suoi dal torpore, ma non c’è molto da cavare in una serata fredda. Non pervenuto.

Leggi anche:  Roma,Brighi: "Quella sera di Cluj fu un sogno"

Defrel: stesso discorso di Dzeko, con la differenza che lui in questa stagione, anche a causa dei tanti infortuni, non si è mai visto.

Donnarumma: compleanno sostanzialmente molto tranquillo, attento sulle situazioni di scarso pericolo per la sua porta. Voto 6.

Rodriguez: partita di buona copertura, soprattutto quando nel primo tempo argina Pellegrini. Da quando Gattuso allena il Milan è in evidente crescita. Voto 6.

Bonucci: sempre lucido, mai una sbavatura, anche se la Roma non gli crea alcun pensiero. Sta tornando sui livelli che conoscevamo. Voto 6.

Romagnoli:è evidentemente il futuro della nostra Nazionale per la calma olimpica che dimostra anche nei momenti più difficoltosi. La Roma oggi lo rimpiange. Voto 6+.

Calabria: senza dubbi migliore in campo. Eccellente nell’azzerare la coppia Kolarov-Perotti, anche con anticipi da difensore centrale. Il gol è straordinario per la velocità di inserimento che taglia in due la retroguardia capitolina. Per Conti recuperare il posto sarà dura. Voto 7.5.

Kessie: non solo contenimento, ma anche tanta qualità. Fa a sportellate con tutti e non disdegna di proporsi in avanti. E il margine di crescita è ancora molto ampio. Voto 6.5.

Leggi anche:  Comunicato del Napoli: "Nessuna lite tra Gattuso e calciatori"

Biglia: fa da schermo ai suoi centrali in maniera molto lucida, giocando senza fronzoli. Anche per lui la cura Gattuso sta dando frutti. Voto 6.

Bonaventura: meno nel vivo del gioco rispetto al solito, ma interpreta bene il ruolo di mezz’ala soprattutto in fase di copertura. Voto 6.

Calhanoglu: l’investimento estivo inizia a giustificarsi: ha molta voglia e la classe c’è. Dovrebbe solo essere più opportunista ma ormai per il Milan è quasi imprescindibile. Voto 6+.

Suso: primo tempo anonimo, ma all’alba della seconda frazione al primo pallone buono serve un assist delizioso a Cutrone che vale il vantaggio. Ora mancano i suoi gol, ma su questi livelli non tarderanno ad arrivare. Voto 6+.

Cutrone: l’attaccante a costo zero è ormai il titolare di questo Milan: gol pesanti, ma soprattutto spirito battagliero, buona tecnica e grandi capacità d’inserimento. Anche lui è una validissima opzione per la nostra Nazionale. Voto 7.

Kalinic: dopo l’infortunio, la prima prova di valore. Entra subito nel vivo del match con un buon diagonale che solo il miglior Alisson para, ma soprattutto assist da trequartista a premiare la corsa di Calabria. Voto 6.5.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,