Serie A, i top e i flop delle big nella 23a giornata

Pubblicato il autore: Stefano Salamida Segui


La 23a giornata di Serie A ci ha regalato parecchi colpi di scena. Anche questa settimana vediamo chi sono i top e i flop delle big in questo ultimo turno di Serie A. Nell’anticipo del sabato, il Torino di Walter Mazzarri ha ottenuto un buon pareggio in casa della Sampdoria, un campo difficilissimo che ha visto parecchie squadre importanti perdere punti.
Il migliore dei blucerchiati, e non è una novità in questa stagione, è il centrocampista uruguaiano Lucas Torreira, autore del gol del vantaggio su calcio di punizione, e protagonista di una prestazione eccellente sia in fase difensiva che in quella offensiva. Il peggiore della squadra di Giampaolo è stato sicuramente l’attaccante colombiano Duvan Zapata, tornato titolare dopo l’infortunio muscolare nella doppia sfida contro la Roma di una settimana fa, che sembra proprio non essere sceso in campo. L’allenatore doriano, infatti, decide di sostituirlo con il giovane polacco Kownacki dopo un quarto d’ora dall’inizio del secondo tempo. Per la squadra granata, il “generale” Rincon, è stato uno dei più propositivi, mettendoci la grinta e la cattiveria giusta.

Nel posticipo serale, c’è stato il classico scherzetto dell’ex. Il Crotone di Walter Zenga pareggia a San Siro contro l’Inter di Luciano Spalletti, priva del suo capitano e bomber Mauro Icardi. A deludere il popolo nerazzurro è stato ancora una volta il croato Ivan Perisic, chiamato a cancellare le prestazioni deludenti dell’ultimo mese. Sembra lontano anni luce il giocatore che fu in grado di rifilare addirittura una tripletta al povero Chievo di Rolando Maran nel lontano 3 dicembre, non a caso, l’ultima vittoria nerazzurra in campionato. Gode, invece, il Crotone che ottiene un punto salvezza importantissimo, con un ottima prestazione dei suoi, in particolare dell’autore del gol del pareggio Andrea Barberis. Secondo gol in campionato per il centrocampista dei “Pitagorici” che corona l’ottima prestazione con uno dei gol più importanti della sua carriera. Segnare a San Siro, d’altronde, non capita tutti i giorni.

Leggi anche:  Juventus-Torino, probabili formazioni e le ultimissime dai campi

I TOP E I FLOP DELLA DOMENICA
Mezzogiorno di fuoco per la Roma di Eusebio Di Francesco, chiamata a vincere a tutti i costi dopo aver collezionato tre punti nelle ultime sei partite con tre sconfitte e tre pareggi. Un compito non facile, visto che difronte c’era un Verona in gran forma, reduce dalla clamorosa vittoria per 4 a 1 sul campo della Fiorentina una settimana fa. A regalare una gioia ai giallorossi, è finalmente il turco Cengiz Under che al primo minuto del match batte il portiere veronese Nicolas con un bel sinistro sul palo del portiere. La nota dolente è sicuramente il centrocampista Lorenzo Pellegrini che viene espulso giustamente dall’arbitro Fabbri, per un’ entrata killer ai danni di Matos, lasciando i giallorossi in inferiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo.

Leggi anche:  Fiorentina, può arrivare il miglior ds in circolazione!

Il flop della domenica pomeriggio è stato sicuramente il Sassuolo di Beppe Iachini travolto dalla Juventus per 7 a 0. Per la squadra bianconera, una prestazione superlativa da parte di tutti i giocatori, ma tra i marcatori spicca l’argentino Gonzalo Higuain autore di una tripletta straordinaria.
A Udine, il Milan di Gattuso non va oltre il pareggio. Tra i top figura senza dubbio lo spagnolo Suso, autore di un gran gol realizzato con un sinistro da 30 metri che si infila sotto il sette alle spalle di Bizzarri. Tra i flop troviamo l’attaccante spagnolo Andre Silva, che spreca, con una prestazione fantasma, la chance concessa dal mister calabrese lasciando oltretutto in panchina un Cutrone in gran forma e il croato Kalinic.
Nel posticipo del “Vigorito” tra Benevento e Napoli, spicca la rete di Dries Mertens che realizza un gol solo per palati fini, effettuando un pallonetto nell’aria piccola, beffando l’incolpevole Puggioni. Nelle file del Benevento il peggiore in campo è sicuramente il difensore Lorenzo Venuti, in difficoltà per quasi tutto il match, soffrendo le giocate di Callejon e sbagliando clamorosamente nell’azione che porta al raddoppio il Napoli.

Leggi anche:  Cosa rischia la Juventus per il caso Suarez: dalla semplice ammenda alla retrocessione

I TOP E I FLOP DEL MONDAY NIGHT
Allo stadio Olimpico di Roma, il Genoa dell’ex Ballardini, compie un vero e proprio colpaccio battendo i biancocelesti per 2 a 1. Gli uomini di Simone Inzagni sono protagonisti di una prestazione tutt’altro che memorabile, l’unico a salvarsi è Marco Parolo, l’autore del momentaneo pareggio. Per i grifoni, ironia della sorte, è stato decisivo il giocatore che nella finestra di mercato poteva vestire i colori dei cugini giallorossi in uno scambio con Bruno Peres, ovvero, l’uruguaiano Diego Laxalt, che realizza in contropiede al 92esimo la rete della vittoria genoana.

  •   
  •  
  •  
  •