Verona-Atalanta, tra salvezza ed Europa League sfida decisiva al Bentegodi

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui
BERGAMO, ITALY - NOVEMBER 27: Atalanta BC coach Gian Piero Gasperini issues instructions to his players during the Serie A match between Atalanta BC and Benevento Calcio at Stadio Atleti Azzurri d'Italia on November 27, 2017 in Bergamo, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

 

Uno dei match più interessanti per la ventinovesima giornata di Serie A è quello che andrà in scena allo Stadio Bentegodi alle ore 15.00 tra il Verona e l’Atalanta. La squadra di Fabio Pecchia è costretta a vincere per confermare non solo i progressi mostrati contro Torino e Chievo, ma anche per non far allontanare Sassuolo e Spal che ieri hanno ottenuto punti importanti contro Udinese e Juventus; davanti a loro i gialloblu avranno i nerazzurri di Gasperini che scenderanno in campo col vantaggio di conoscere il risultato della sfida tra Sampdoria e Inter, attualmente la squadra bergamasca si trova a -3 dal settimo posto occupato proprio dai blucerchiati, settimo posto che darebbe accesso ai preliminari di Europa League.

Precedenti – Quello di questo pomeriggio sarà il trentottesimo confronto tra le due squadre in casa dei veneti, una volta le due compagini si sono sfidate in Serie A, equamente divise le sfide nel massimo campionato e in Serie B. I giallo blu negli ultimi tre precedenti hanno sempre vinto, gli orobici non ottengono tre punti al Bentegodi dal 14 Gennaio 2006 quando finì 1-0 con gol di Lazzari, quello era il campionato di Serie B; nel massimo campionato il successo nerazzurro manca dal 10 Maggio 1992 quando il risultato fu di 3-1 con reti di Caniggia, Bianchezi e Pasciullo per gli ospiti, Ghirardello per i veneti. L’ultimo pareggio risale alla Serie A 1996-97, le due squadre si affrontarono il 18 Maggio e la sfida terminò 1-1: vantaggio dei padroni di casa con Leonardo Colucci e risposta orobica nella ripresa con un calcio di rigore trasformato da Filippo Inzaghi. Nel libro dei ricordi anche due sfide a Marzo, la prima nel 1986 finita 3-0 per i bergamaschi con tripletta di Cantarutti; la seconda nel 2001 con 2-1 veneto a firma di Emiliano Salvetti, di Cristiano Doni il gol degli ospiti. Complessivamente sono 14 le vittorie dei padroni di casa, 12 quelle ospiti e 11 i pareggi, il Verona ha realizzato 42 reti e l’Atalanta tre in meno.

Leggi anche:  Djimsiti su Atalanta-Midtjylland: "In difesa subiamo meno goal, ma si può migliorare"

Formazioni – Il Verona scenderà in campo col 4-4-2; l’unico dubbio di Pecchia attualmente riguarda la corsia sinistra dove Verde e Felicioli sono in ballottaggio, dovesse spuntarla il secondo, Fares sarà confermato nei quattro di centrocampo dove rispetto alla sfida contro il Chievo l’unico certo della conferma è Calvano, sulla sinistra rientra Romulo, centralmente il recuperato Valoti è favorito su Buchel. In avanti confermati Matos e Petkovic. Gasperini valuta se schierare i suoi col 3-4-3 o con il 3-4-1-2, in tal senso il ballottaggio per il ruolo di trequartista sarebbe cosa tra Gomez e Cristante, dovesse spuntarla il primo l’ex allenatore del Genoa schiererebbe i suoi col 3-4-3 e con Petagna nel ruolo di centravanti; in difesa Masiello prenderà il posto dello squalificato Mancini andandosi però a posizionare sulla sinistra e lasciando al centro Palomino; novità a centrocampo rispetto alla sfida con la Juventus perchè rientreranno dal 1′ Freuler in mezzo con De Roon, e Spinazzola sulla corsia sinistra, panchina per Haas e Gosens.

  •   
  •  
  •  
  •