Juventus-Napoli: altro che Dybala-Mertens, il duello decisivo è Mandzukic-Callejon

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
TURIN, ITALY - SEPTEMBER 20: Mario Mandzukic of Juventus in action during the Serie A match between Juventus and ACF Fiorentina on September 20, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Juventus-Napoli, il vero duello è sulla fascia. Due giorni alla partita dell’anno. La sfida di domenica sera all’Allianz Stadium è nei pensieri di tutti i tifosi bianconeri e azzurri da molte settimane. Sono tanti i duelli che potrebbero decidere l’ennesimo rendez vous tra Max Allegri e Maurizio Sarri. Il tecnico azzurro ha perso sempre a Torino contro il rivale bianconero, domenica sera proverà a invertire la rotta. Difficile pensare che due allenatori così esperti facciano esperimenti, in una partita che può valere una stagione. Naturale che il volto di Juventus-Napoli possa essere quello di Higuain-Dybala o Mertens-Insigne. La coppia argentina contro quella belga-partenopea. Insigne a parte, gli altri sembrano un po’ appannati ultimamente. Tanto che sia Dybala che Mertens non sono completamente certi di giocare dal primo minuto. I protagonisti però potrebbero essere altri due giocatori, a cui i due allenatori non rinuncerebbero neanche nelle amichevoli del giovedì: Mario Mandzukic e Josè Maria Callejon.

I due si incroceranno visto che entrambi giocano sulla fascia, uno di fronte all’altro. Il gigante croato è stato il migliore in campo al Santiago Bernabeu contro il Real Madrid, non solo per i due gol segnati. L’ex Bayern Monaco e Atletico Madrid è mancato molto a Crotone, tanto che la Juventus non è andata oltre il pareggio. In Napoli-Udinese c’è stato Insigne a rubare l’occhio. Callejon però ha calciato i due corner da cui sono venuti i gol di Albiol e Tonelli. In più lo spagnolo ha propiziato il gol del momentaneo 3-2 di Milik. Due giocatori preziosissimi, che Allegri e Sarri impiegano sempre. Due calciatori agli antipodi. La potenza e la grinta del bisonte croato contro la tecnica e la velocità del torero spagnolo. Loro due, molto meglio di altri rappresentano alla perfezione lo scontro Juventus-Napoli.

Juventus-Napoli, Pjanic-Jorginho: duello tra cervelli

Non solo Mandzukic-Callejon. Un altro scontro che potrebbe fare decidere le sorti di Juventus-Napoli è quello tra i due registi. Miralem Pjanic contro Jorginho. Il bosniaco e l’italo-brasiliano dirigeranno il traffico a centrocampo, sorvegliati dai loro rispettivi mastini. Mai come quest’anno le due squadre si somigliano molto. Il 4-3-3 di Sarri è ormai un dogma, quasi come il miracolo di San Gennaro. Un modulo molto utilizzato da Allegri durante la stagione. Quindi quella di domenica sera potrebbe essere una sfida a specchio.

Fondamentale anche l’apporto delle due coppie difensive, le migliori del campionato. Albiol-Koulibaly contro Benatia-Chiellini. La diga azzurra ormai è super-collaudata, con lo spagnolo e il senegalese che si conoscono a memoria. Il muro bianconero ha affinato l’intesa nel corso della stagione, arrivando ad essere quasi perfetta. Non è un caso che i tre gol dell’andata contro il Real Madrid siano arrivati con Benatia assente. Le due migliori difese del campionato si affrontano in un duello all’ultimo anticipo. Non sarà facile per gli attaccanti delle due squadre cercare di superarli. Juventus-Napoli è il meglio che il calcio italiano può offrire oggi. La speranze è che niente e nessuno rovini una partita che può davvero valere una stagione. Un gioco delle coppie che durerà 90 minuti. Fateci divertire.

  •   
  •  
  •  
  •