Serie A, Chievo Verona a rischio retrocessione. Maran a rischio esonero

Pubblicato il autore: Jovis Segui
VERONA, ITALY - OCTOBER 01: Lucas Castroof AC Chievo Verona celebrates after scoring his team's first goal during the Serie A match between AC Chievo Verona and ACF Fiorentina at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on October 1, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Dino Panato/Getty Images)

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

La lotta salvezza si infiamma e tira in ballo anche Chievo Verona e Cagliari. Mai come in questo campionato tutto può accadere nella parte bassa della classifica. A parte il Benevento, ormai spacciato, lottano in sei per due posti. Attualmente sarebbero retrocessi Verona e Crotone, ma, dal Sassuolo agli scaligeri, sono tutti racchiusi in cinque punti. Paradossalmente, si rischia la doppia retrocessione della citta di Verona. Le due squadre della città di Giulietta, infatti, sono quelle attualmente messe peggio per stato di forma.

La crisi del Chievo Verona

La gara contro il Napoli di ieri, è stato lo specchio dell’attuale momento del Chievo Verona. La squadra di Maran ha lottato strenuamente, ma è crollata nei minuti di recupero. Gli scaligeri hanno vinto appena due gare dal 25 novembre in poi con 12 ko e tre pari. Un crollo impensabile per i gialloblù, da sempre abituati a salvarsi con grande anticipo. Il problema principale sta in una difesa che è rimasta imbattuta quattro volte in tutta la stagione, contro Cagliari, Sassuolo, Napoli e Roma. Proprio dalla sfida con i giallorossi, datata 10 dicembre, Sorrentino ha incassato 25 reti che hanno portato il totale del passivo a 51, come Sassuolo e Cagliari.

Chievo, scontri salvezza decisivi

Per il Chievo Verona saranno decisivi gli scontri salvezza. La squadra di Maran incontrerà Spal fuori e Crotone-Benevento in casa. Con i 29 punti attuali, riuscire a racimolarne 7 con un pareggio a Ferrara e due vittorie interne sarebbe manna dal cielo per ipotecare la salvezza. Tolte queste tre sfide, i gialloblù hanno altre due partite alla loro portata, ovvero Torino (la prossima settimana) e Bologna. Di fatto, solo Roma e Inter sono impegni ostici. Per poter portare a casa la permanenza in serie A, occorre, però, blindare la difesa. Senza questo presupposto sarà difficile fare punti.

Sorrentino-Bani: leader a cui aggrapparsi

La difesa del Chievo ha numerose lacune, ma anche due leader a cui il Chievo Verona può aggrapparsi. Parliamo di Stefano Sorrentino e Mattia Bani. Il portiere è ormai una garanzia da tempo immemore. Anche ieri è stato il migliore in campo dei suoi, neutralizzando un rigore a Mertens ed effettuando altre parate importanti, prima di capitolare sotto i colpi di Milik e Diawara. Il difensore, ex Pro Vercelli, invece, si è guadagnato il posto da titolare a inizio 2018, dimostrando di meritare la fiducia di Maran. E’ a loro che il tecnico chiede di guidare i compagni per blindare la retroguardia.

Stepinski-Inglese coppia gol

Il Chievo Verona può contare anche su una coppia gol che rischia di risultare determinante alla lunga. Parliamo di Inglese-Stepinski. Se l’ex attaccante del Pescara è ormai una garanzia con i suoi 9 centri, la novità è il bomber polacco. Titolare in appena 5 occasioni, Stepinski ha firmato 3 reti e, ieri, ha fatto tremare il Napoli. Può essere lui la novità di queste ultime giornate anche perchè i vari Pucciarelli, Meggiorini e Pellissier continuano a fare scena muta davanti. Stepinski è un attaccante completo, fisicamente forte, ma anche dotato di una discreta tecnica. Lo scorso anno, al Nantes, mise a segno 4 reti giocando titolare appena in 16 presenze dall’inizio e 21 complessive. Al Chievo, dunque, è migliorato per quel che riguarda la media realizzativa. Ora, Maran, spera che non si fermi. Lui e Inglese sono gli uomini gol su cui si punta per rimanere aggrappati alla serie A.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: