Rizzoli parla del Var: “Senza avremmo fatto più errori”

Pubblicato il autore: Francesco Scalzo Segui
BOLOGNA, ITALY - NOVEMBER 04: the referee check the VAR prior to give a penalty kick to FC Crotone during the Serie A match between Bologna FC and FC Crotone at Stadio Renato Dall'Ara on November 4, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Mario Carlini / Iguana Press/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Durante la giornata conclusiva di Football Leader a Napoli ha parlato il designatore degli arbitri di Serie A Nicola Rizzoli, che ha dichiarato che ci saranno delle importanti novità per quanto riguarda il VAR, in particolare la possibilità per gli allenatori di richiederlo (accettando quindi la proposta fatta dagli addetti ai lavori qualche mese fa) e ha tracciato anche un bilancio del primo anno della tecnologia in aiuto degli arbitri:

Abbiamo chiesto all’IFAB la possibilità, per gli allenatori, di richiedere l’intervento del VAR per due volte nel corso di una partita.
Quest’anno ha commesso 17 errori, solo 8 hanno inciso sul risultato finale della partita. Senza l’utilizzo del VAR avremmo commesso molti errori in più.
Il tempo di decisione durante un intervento VAR è diminuito: si è passati infatti da 1 minuto e 22 a 31.5 secondi. In 346 partite di Serie A ci sono stati 1736 check degli arbitri.
Le situazioni dubbie non sono un obiettivo da VAR. La cosa più importante è che in campo l’arbitro decida sempre, quest’ultimo non deve far prendere il sopravvento da decisioni esterne.
Quest’anno il VAR più che sui falli ha inciso su situazioni da fuorigioco e calci di rigore. La cosa più interessante per me sono le situazioni disciplinari, situazioni di proteste, ammonizioni e simulazioni sono calate tantissimo

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: