Roma, De Rossi suona la carica: “Togliamo lo scudetto alla Juve. Totti ? Il solito caz…”

Pubblicato il autore: Giovanni Smaldone Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 23: Daniele DE Rossi of AS Roma during the serie A match between Juventus and AS Roma on December 23, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Daniele De Rossi – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

E’ un Daniele De Rossi a tutto campo quello che ha concesso l’ultima intervista della stagione a Roma TV. Il capitano giallorosso, con la solita schiettezza, ha analizzato quanto accaduto nell’annata appena terminata, soffermandosi poi sugli auspici per il prossimo campionato.

Dal passato al futuro, il grande obiettivo di De Rossi (e della Roma) è quello di provare a interrompere il monopolio di vittorie della Juventus in Serie A che prosegue senza sosta da 7 anni. “Vogliamo togliere lo scudetto dal petto della Juventus“, questo l’augurio del capitano romanista che, tuttavia, riconosce anche i meriti degli avversari: “La Juve ha questa concentrazione e attenzione da cui noi dobbiamo imparare. Forse è solo quella che ci manca. L’obiettivo è continuare a giocare come quest’anno, la prossima stagione ci conosceremo meglio e perderemo meno punti per strada.”

Una rincorsa, quella alla Juventus, che deve partire da un punto fermo, l’allenatore Eusebio Di Francesco. De Rossi non può che avere parole di elogio per il tecnico: “Di Francesco aveva fatto storcere la bocca a qualcuno, leggevo i giornali, si è rivelata una scelta vincente. Non era facile entrare e prendere una squadra che aveva fatto 87 punti, un record, e fare quello che ha fatto lui.”

De Rossi spende belle parole anche per il presidente Pallotta, tante volte criticato dai tifosi ma non dal capitano che ammette: ” Quando viene sa tutto, non è uno che non si informa. Ha per lui gente che lavora quotidianamente con noi. Nel proprio lavoro è diventato il numero 1. Ha dovuto capire un po’ di cose nel tempo ma adesso è entrato dentro pienamente nel ruolo e spero che continui a rinforzare questa squadra. Tutti meritano un riconoscimento, qualche trofeo.”

Tra i dirigenti della Roma c’è anche Francesco Totti. De Rossi è cresciuto con il leggendario capitano giallorosso. Non vederlo più in campo con la fascia al braccio, è stato un autentico trauma per DDR e non solo: ” Non vederlo più in campo con la fascia è scioccante per i tifosi ma anche per noi. La prima stagione senza di lui è stata complicata. Sono contento che sia andata molto bene come risultati e atmosfera, adesso anche lui è più a suo agio. Ma è sempre il ‘cazzarone’ di una volta.” Se lo dice lui…

  •   
  •  
  •  
  •