Serie A 2018/2019, ecco le date: si parte il 19 agosto, in campo a Santo Stefano

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
during the Serie A match between AC Milan and Cagliari Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on August 27, 2017 in Milan, Italy.

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Serie A 2018/2019, ecco le date della prossima stagione. La Lega di serie A ha ufficializzato le date del prossimo campionato di Serie A. Tante le novità, tra cui la disputa di una giornata a Santo Stefano. Il massimo campionato del calcio italiano parità il 19 agosto, il giorno prima terminerà il calciomercato. Quindi dalla prossima stagione un giocatore che gioca le prime giornate con una maglia sa che potrà cambiarla solo a gennaio. L’ultima giornata e’ prevista il 26 maggio, tre i turni infrasettimanali, tra i quali spicca il 26 dicembre (le altre sono il 26 settembre e il 3 aprile 2019): dopo lo spostamento della pausa invernale ai primi di gennaio, confermata anche uest’anno (campionato fermo il 6 e il 13 gennaio), e’ la prima volta di un ‘boxing day‘ all’inglese. La finale di Coppa Italia si giochera’ il 25 aprile, col primo turno eliminatorio fissato al 29 luglio.

Serie A, le novità della prossima stagione

Serie A 2018/2019, le soste per l’Italia. Quattro le pause per gli impegni della nazionale: il 9 settembre, il 14 ottobre, il 18 novembre e il 24 marzo. La Supercoppa italiana si giocherà a gennaio, in data ancora da definire. Si sa che questo match sarà giocato da Juventus e Milan in Arabia Saudita, una data probabile è quella del 19 gennaio. Una stagione che vedrà al debutto il tanto temuto spezzatino. Ogni turno di campionato comincerà il sabato alle 15, o il venerdì sera a seconda degli impegni delle squadre italiane in Europa, poi una partita alle 18 e una alle 20:30.

La domenica si giocherà una partita alle 12:30, tre alle 15, una alle 18 e una alle 20:30. La maratona calcistica si chiuderà il lunedì alle 20:30. Chissà come assorbiranno i tifosi italiani questo ulteriore cambiamento nelle abitudini calcistiche. Dal 19 agosto in poi l’arduo verdetto. Dopo un’estate senza mondiali una data in rosso da segnare sul calendario. Senza ombra di dubbio.

  •   
  •  
  •  
  •